Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Classi di concorso, una situazione ancora molto incerta

Classi di concorso, una situazione ancora molto incerta

In un incontro affrontate le criticità e i problemi della nuova proposta. Un provvedimento parziale e iniquo.

07/06/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 31 maggio scorso si è svolto un incontro al Miur per affrontare le questioni relative alla bozza di regolamento sulle classi di concorso, presentata il 15 maggio (vedi correlati).

Nel corso dell'incontro sono emerse tutte le criticità ed i problemi di una proposta completamente astratta che non tiene in alcun conto l'attuale situazione delle classi di concorso e delle relative atipicità e che introduce elementi che potrebbero configurarsi come modifiche ordinamentali non previste dalla delega.

In particolare è stata contestata da tutti l'ipotesi di introdurre classi di concorso nella scuola primaria ed in particolare sul sostegno. Oltre ai numerosi rilievi sulle atipicità non rispettate e alle classi di concorso dimenticate, sono state affrontate anche le questioni inerenti al sostegno ed in particolare alla surrettizia introduzioni di specifiche classi di concorso senza neppure tenere in considerazione l'attuale divisone in aree nella scuola secondaria.

Come FLC CGIL abbiamo illustrato le articolate osservazioni già inviate al Miur (vedi allegato) e sottolineato con forza l'esigenza che su questioni così delicate, che coinvolgono il destino dei lavoratori oltre che la qualità della scuola, si proceda ad un confronto leale, senza forzature e tenendo conto dell'esistente.

Ci siamo comunque riservati osservazioni più puntuali anche sulle singole classi di concorso quando saremo in presenza di un testo più stabile e che tenga conto delle osservazioni di carattere generale emerse durante l'incontro.