Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Scuola » Conclusione concorsi riservati

Conclusione concorsi riservati

Il Ministro della PI con la circolare prot. n. 7439 del 8 settembre 2000, pubblicata di seguito, ha invitato i Provveditori agli studi a portare a termine i concorsi riservati per il conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento.

12/09/2000
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Ministro della PI con la circolare prot. n. 7439 del 8 settembre 2000, pubblicata di seguito, ha invitato i Provveditori agli studi a portare a termine i concorsi riservati per il conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento. Si tratta di attivare i corsi e i concorsi per quelle classi di concorso per cui sono ancora sospesi, compresi quelli previsti dall'O.M.- 33/2000. L'indicazione di portare a termine i concorsi riservati in tempi brevi (la circolare è stata sollecitata anche dalla CGIL scuola) è legato alla necessità di rendere definitive tutte le graduatorie permanenti in tempi utili per le immissioni in ruolo e il conferimento della supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche. La data del 30 ottobre, indicata nella circolare, permette di realizzare l'obiettivo di rendere definitive le graduatorie prima della pausa delle festività natalizie. A tale proposito le strutture provinciali non mancheranno di sollecitare la ripresa o l'avvio dei corsi ancora da svolgere.

Stiamo inoltre concordando con gli altri sindacati scuola confederali una presa di posizioni unitaria con la quale esprimere forte preoccupazione per i ritardi nella pubblicazione delle graduatorie permanenti, anche in riferimento alla prima e seconda fascia, anche per la presenza di numerosi errori nell’attribuzione dei punteggi. Intendiamo evidenziare come i provvedimenti di emergenza adottati con il decreto 240/00, in mancanza di tempi certi di conclusione delle procedure, rischiano di perdere il carattere di temporaneità e di determinare malcontento diffuso.

In particolare l’istituto della conferma, accettabile solo adottato per tempi brevissimi, non può essere utilizzato per legittimare ulteriori ritardi nell’attività dei Provveditorati. Per questo proponiamo che si individuino soluzioni che garantiscano i docenti nominati lo scorso anno e che non trovano disponibilità di posti nella stessa istituzione scolastica.

Ribadiamo che non è accettabile procedere alle nomine su graduatorie che contengano errori materiali e pertanto chiediamo al Ministero un intervento risolutivo al fine di garantire tempi brevi per la definizione dei reclami e la pubblicazione delle graduatorie definitive.

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE
DIREZIONE GENERALE DEL PERSONALE E DEGLI AFFARI GENERALI ED AMMINISTRATIVI Divisione I

Prot. n. D1/7439

Roma, 8 settembre 2000

Oggetto: Completamento delle sessioni riservate di abilitazione O.M. n. 33/2000.

Si fa seguito alle CC.MM. n.111 e n.147, rispettivamente del 10.4.2000 e del 18.5.2000, riguardanti l’applicazione dell’O.M. 33/2000 per invitare le SS.LL., qualora non sia già stato operato in tal senso, a concludere o avviare nel più breve tempo possibile, e comunque entro il mese di ottobre 2000, le restanti operazioni relative alle sessioni riservate di abilitazione indette con l’O.M. citata.

Quanto sopra, in relazione alla necessità di pervenire entro il più breve tempo possibile, come già precisato nella C.M.205 del 30.8.2000, alla definizione delle graduatorie permanenti e alle conseguenti operazioni di nomina a tempo determinato ed indeterminato previste dalle disposizioni contenute nel Decreto legge n. 240 del 28 agosto 2000.

Per quanto concerne gli aspetti operativi, si richiamano le disposizioni già emanate con precedenti circolari ed in particolare quelle che prevedono le riduzioni di frequenza ed il ricorso all’autoformazione per il docente in possesso di idoneità o abilitazione.

Si precisa infine che, anche in relazione alla preparazione posseduta dai candidati, i corsi dovranno avere, per quanto possibile, una spiccata modularità indirizzata all’acquisizione di conoscenze tipiche dell’insegnamento relativo al posto o classe di concorso per cui si consegue l’idoneità o l’abilitazione.

IL DIRETTORE GENERALE
Paradisi