Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » "Decreto Scuola": presentati due emendamenti dalla relatrice su aggiornamento telematico delle graduatorie e assunzioni dei docenti specializzati sul sostegno

"Decreto Scuola": presentati due emendamenti dalla relatrice su aggiornamento telematico delle graduatorie e assunzioni dei docenti specializzati sul sostegno

Proposte che vanno in una direzione condivisibile. Chiediamo che per la semplificazione del concorso straordinario ci si muova in analogia.

15/05/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Nella VII commissione del Senato, la senatrice Angrisani (M5S), relatrice del Decreto legge 22/2020, ha presentato due emendamenti che vanno in una direzione condivisibile.

Il primo prevede procedure per titoli ed esame orale, su base regionale, finalizzate all'accesso in ruolo su posto di sostegno dei soggetti in possesso del titolo di specializzazione. Una misura richiesta anche dalla FLC e presentata in diversi emendamenti delle forze di maggioranza. Si tratta, inoltre, di un meccanismo molto simile a quello che viene proposto nel Decreto legge Rilancio per alcune tipologie di assunzione del settore sanitario.

Il secondo prevede che sin dal prossimo anno si realizzi l'istituzione delle graduatorie provinciali delle supplenze, con specifiche graduatorie per gli specializzati su sostegno. Secondo l'emendamento l'aggiornamento delle graduatorie d'istituto e l'istituzione di quelle provinciali dovrebbe avvenire con modalità telematiche, esattamente come da noi chiesto sino ad oggi

Un recente sondaggio promosso dalla FLC ha confermato la richiesta dei lavoratori di aggiornare le graduatorie d'istituto, così come è stato confermato un larghissimo consenso per la proposta della FLC di semplificare la procedura del concorso straordinario con graduatorie per titoli, periodo di formazione e di prova pari ad un anno scolastico ed esame orale. Chiediamo quindi alle forze di maggioranza di far propria l'istanza che proponiamo di semplificare la procedura straordinaria, al fine di garantire le assunzioni entro settembre, pur senza sacrificare la natura selettiva del concorso.