Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Dirigente scolastico oggi: un profilo da riconoscere e valorizzare

Dirigente scolastico oggi: un profilo da riconoscere e valorizzare

Il tradizionale Convegno nazionale dei dirigenti scolastici organizzato dalla FLC CGIL e dall’Associazione nazionale Proteo Fare Sapere si terrà anche quest’anno a Firenze il 26 e 27 ottobre 2017.

17/10/2017
Decrease text sizeIncrease  text size

Alla vigilia di un importante rinnovo contrattuale nel quale affronteremo il tema delle insostenibili responsabilità che oggi gravano sui dirigenti scolastici e chiederemo il riconoscimento della pari dignità retributiva con il resto della dirigenza pubblica, ambizione del Convegno è ancora una volta quella di poter offrire un’occasione di discussione e di confronto per la valorizzazione del ruolo del dirigente scolastico.

Siamo convinti che il profilo del dirigente scolastico, anche dopo la legge 107/2015, debba restare quello declinato dall’articolo 25 del DLgs 165/2001 e dagli articoli 1 e 2 del CCNL dell’Area V della dirigenza scolastica dell’11 aprile 2006. Un dirigente fortemente ancorato alla specificità della comunità scolastica, con autonomi poteri di direzione, coordinamento e valorizzazione delle risorse umane che fanno della sua figura un unicum nel panorama della pubblica amministrazione e rendono ancora più ingiusta l’attuale differenza retributiva tra i dirigenti scolastici e il resto dei dirigenti pubblici.

Il convegno sarà l’occasione per riprendere questo tema e discuterne con Anna Armone, Franco De Anna, Giovanni Moretti, Mario Ricciardi, con i colleghi a cui abbiamo chiesto di approfondire alcune problematiche centrali del nostro lavoro e con quanti vorranno condividere le nostre riflessioni.
Abbiamo esteso l’invito alla Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli con cui saremmo lieti di confrontarci su un tema così importante.

In allegato il programma e una scheda con informazioni logistiche.
È possibile iscriversi online compilando questo form.

L’iniziativa, essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08.06.2005), è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 del CCNL 2006/2009 del comparto scuola, con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi e come formazione e aggiornamento dei dirigenti scolastici ai sensi dell’art. 21 del CCNL 11/04/2006 Area V e dispone dell’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio.