Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Firmato definitivamente all’Aran il contratto dirigenza “Istruzione e Ricerca” 2016/2018

Firmato definitivamente all’Aran il contratto dirigenza “Istruzione e Ricerca” 2016/2018

A sette mesi dalla firma dell’ipotesi, si chiude il CCNL 2016/2018. Dopo 10 anni dal precedente, la dirigenza scolastica ha finalmente un nuovo contratto.

08/07/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Lunedì 8 luglio 2019 le organizzazioni sindacali rappresentative dell’area dirigenziale Istruzione e Ricerca hanno definitivamente sottoscritto presso la sede dell’ARAN il CCNL Area Istruzione e Ricerca relativo al triennio 1° gennaio 2016 - 31 dicembre 2018.

Il testo sarà ora inviato alla Corte dei Conti per la registrazione e, come previsto dall’art. 2 del CCNL stesso, dovrà essere applicato per “gli istituti a contenuto economico e normativo con carattere vincolato ed automatico” entro trenta giorni dalla data della firma definitiva.

A più di un anno dall’apertura, e a sette mesi dalla firma dell’ipotesi avvenuta il 13 dicembre scorso, la firma definitiva conclude l’iter della contrattazione, dopo la  scadenza del triennio contrattuale di riferimento, per una specifica responsabilità degli organi del Governo deputati al controllo che hanno impiegato ben sette mesi per i loro adempimenti, annunciandone la conclusione positiva a due giorni dalle elezioni europee.

La firma definitiva del CCNL interrompe un periodo quasi decennale di sospensione del diritto a contrattare le condizioni di lavoro e la retribuzione dei dirigenti scolastici e premia la determinazione con cui in questi anni la FLC CGIL ha mobilitato la categoria con l’obiettivo di ottenere significativi miglioramenti nella gestione del rapporto di lavoro e l’equiparazione delle retribuzioni dei dirigenti scolastici a quelle del resto della dirigenza pubblica.

Abbiamo avviato le procedure per disdettare unitariamente agli altri sindacati confederali il CCNL appena firmato e sollecitare il confronto contrattuale sul triennio 2019/2021.

Il testo del CCNL.