Sciopero scuola 30 maggio 2022, cosa chiediamo

Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Il 9 marzo i dirigenti scolastici manifestano davanti al MIUR

Il 9 marzo i dirigenti scolastici manifestano davanti al MIUR

Al Governo i dirigenti scolastici chiedono rispetto: dei loro diritti e delle loro funzioni.

08/03/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Mercoledì 9 marzo 2016 si terrà davanti al MIUR, dalle ore 11.00, il presidio dei dirigenti scolastici indetto da FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS CONFSAL come primo momento di mobilitazione della categoria. I sindacati hanno indetto il 16 febbraio lo stato di agitazione e hanno richiesto il 2 marzo il tentativo di conciliazione, rappresentando lo stato di gravissimo disagio dei dirigenti scolastici.

È necessario che il MIUR, non solo nella sua componente tecnica, ma nella sua massima responsabilità politica, dia finalmente una risposta ai dirigenti scolastici e apra un confronto con le organizzazioni sindacali sulla condizione in cui versano i dirigenti scolastici, sempre più oberati da carichi di lavoro insopportabili e responsabilità eccessive, sempre più distolti dalla loro funzione da richieste continue di adempimenti burocratici, sempre più allontanati a causa di compiti impropri dalla gestione e dalla guida delle funzioni didattiche della scuola.

È a questi ultimi aspetti della sua funzione che il dirigente scolastico deve poter dedicare il suo lavoro ed è a questi aspetti che l’amministrazione dovrebbe concentrare la sua attenzione per costruire un buon sistema di valutazione, invece di insistere a voler collegare la valutazione dei dirigenti ai risultati degli alunni della scuola in cui prestano servizio.

Riteniamo infine che sulla proposta di una valutazione dei dirigenti collegata alla retribuzione di risultato e sull’espletamento del concorso - entrambe materie di confronto sindacale - debba essere immediatamente aperto un dialogo, non solo nell’interesse dei dirigenti scolastici, ma dell’intero sistema dell’istruzione.