Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Dirigenti scolastici » La solidarietà dei partecipanti al Convegno Nazionale dei dirigenti scolastici alla collega di Terni: le scuole non devono diventare terreno di scontro e propaganda politica

La solidarietà dei partecipanti al Convegno Nazionale dei dirigenti scolastici alla collega di Terni: le scuole non devono diventare terreno di scontro e propaganda politica

La serenità dell’attività scolastica deve essere rispettata da tutti, politici compresi.

27/11/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

La dirigente scolastica della Direzione Didattica “Mazzini” di Terni è stata vittima nei giorni scorsi di un violento e ingiustificato attacco mediatico motivato  dal rifiuto, da lei smentito, di far svolgere un’iniziativa legata alla festività religiosa del Natale, per  rispettare gli alunni appartenenti ad altre religioni. 

Le reazioni di alcuni rappresentanti politici locali e nazionali, riportate dalla stampa, hanno strumentalmente costruito un caso inesistente per rilanciare il tema della difesa delle radici culturali e religiose del popolo italiano  largamente utilizzato nelle campagne elettorali della destra.

I partecipanti al Convegno Nazionale dei dirigenti scolastici FLC CGIL, tenutosi a Firenze il 22 e 23 novembre 2018, hanno espresso piena solidarietà alla collega di Terni per l’aggressione verbale di cui è stata oggetto e per l’evidente tentativo di alimentare una polemica contro l’equilibrio e la sensibilità con cui le scuole italiane realizzano le loro attività educative.

Rivolgiamo un appello a tutti coloro che sono sinceramente interessati a tutelare il diritto allo studio e la crescita culturale e sociale delle nuove generazioni a far sentire la propria voce e a respingere ogni tentativo di limitare la libertà e la responsabilità educativa delle comunità scolastiche.