Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Obblighi di pubblicazione per i dirigenti scolastici: nessuna indicazione dal MIUR

Obblighi di pubblicazione per i dirigenti scolastici: nessuna indicazione dal MIUR

Anche dopo la recente delibera ANAC del 12 aprile, dal MIUR nessuna indicazione ai dirigenti scolastici sulle modalità di applicazione dell’art. 14 del dlgs 33/13.

28/04/2017
Decrease text sizeIncrease  text size

Nonostante le richieste  avanzate dalla FLC CGIL di fornire indicazioni ai dirigenti scolastici sulle modalità di applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 14 del dlgs 33/13, modificato dal dlgs 97/2016, il MIUR non ha ritenuto necessario fornire alcun chiarimento  ai dirigenti scolastici, limitandosi a  dare istruzioni ai soli dirigenti amministrativi del MIUR, destinatari di due dettagliate note corredate di check list esplicative e relativa modulistica (nota 6428 del 27 marzo 2017 e nota 8446 del 21 aprile 2017).

Per l’ennesima  volta, di fronte all’estensione ai dirigenti scolastici di  adempimenti rivolti alla generalità della pubblica amministrazione, mentre si moltiplicano sul territorio nazionale note dei singoli USR non uniformi e contraddittorie (anche per la modulistica fornita), il MIUR tace, dimostrando così, se ancora ce ne fosse bisogno, la scarsa attenzione che riserva alla dirigenza scolastica.

Gli obblighi e gli adempimenti per i dirigenti scolastici

Com’è noto, l’art. 14 comma 1, del  dlgs 33/13, come modificato dall’art.13 dlgs 97/16, ha previsto per i titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo e i titolari di incarichi dirigenziali ( tra cui anche i dirigenti scolastici) l’obbligo di pubblicare:

  1. l'atto di nomina o di proclamazione, con l'indicazione della durata dell'incarico o del mandato elettivo;
  2. il curriculum;
  3. i compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici;
  4. i dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti;
  5. gli altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti;
  6. le dichiarazioni  relative ai redditi e al patrimonio personale e a quello del coniuge non separato e dei parenti entro il secondo grado, ove gli stessi abbiano dato il consenso, dando comunque evidenza al mancato consenso.

Successivamente il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) con  le Linee guida  dell’8 marzo 2017 (Delibera n. 241)  e la successiva Delibera n. 382 del 12 aprile 2017, ha escluso l’obbligo per i dirigenti scolastici di pubblicazione dei dati di cui alla lettera f) e ha sospeso per tutti i dirigenti pubblici gli obblighi di pubblicazione di cui alla lettera c)  relativamente a compensi, spese per viaggi di servizio  e missioni.

I dirigenti scolastici hanno perciò l’obbligo di pubblicare entro il 30 aprile 2017 i seguenti atti:

  • atto conferimento dell’incarico;
  • il curriculum;
  • i dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti;
  • gli altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti.

I dirigenti devono inoltre comunicare all’amministrazione presso cui prestano servizio l’importo complessivo degli emolumenti percepiti a carico della finanza pubblica, che l’Amministrazione ha l’obbligo di pubblicare, ai sensi dell’art. 14, co. 1-ter, del dlgs 33/13. 

Quanto alle modalità di pubblicazione, mancando delle indicazioni univoche da parte del MIUR, consigliamo ai dirigenti scolastici di attenersi alle  indicazioni  e alla modulistica eventualmente fornite dall’USR  di appartenenza e invitiamo gli altri  dirigenti scolastici a pubblicare i dati richiesti  sulla sezione Amministrazione Trasparente del  sito web della scuola di servizio, utilizzando  per gli atti previsti dalle lettere d) ed e) dell’art. 14, comma 1, il  Modello A allegato alla nota 6428/17 e per gli adempimenti previsti dall’art. 14, comma 1-ter, il Modello E allegato alla stessa nota.