Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Docenti » Infanzia » Scuola dell’infanzia pubblica: la FLC CGIL continua a parlarne in un convegno a Napoli il 5 e 6 novembre 2015

Scuola dell’infanzia pubblica: la FLC CGIL continua a parlarne in un convegno a Napoli il 5 e 6 novembre 2015

La FLC CGIL attribuisce alla scuola dell’infanzia una funzione decisiva all’interno del sistema scolastico italiano ed è impegnata perché tale ruolo le venga riconosciuto e valorizzato.

20/10/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

A pochi mesi dal partecipato convegno del 10 aprile 2015, la FLC CGIL continua il dialogo aperto con gli addetti ai lavori  per salvaguardare il modello della scuola dell’infanzia pubblica all’interno della specifica delega alla legge 107.

A Napoli il 5 e il 6 novembre prossimi, nella prestigiosa sede del Convitto nazionale Vittorio Emanuele, un nuovo convegno vedrà protagonisti, accanto al sindacato, il mondo della scuola dell’infanzia pubblica, pedagogisti, amministratori locali, la politica, le associazioni professionali.

La FLC CGIL attribuisce alla scuola dell’infanzia una funzione decisiva all’interno del sistema scolastico italiano ed è impegnata perché tale ruolo le venga riconosciuto e valorizzato. Ma la valorizzazione nella legge 107 avrebbe avuto un esito positivo, partendo dall’assunzione delle docenti e dei docenti della scuola dell’infanzia anche nella fase C del piano nazionale di stabilizzazioni.

Il percorso all’interno del piano straordinario di assunzioni per le docenti e i docenti della scuola dell’infanzia si è fermato alla fase B. E’ un blocco che non può trovare motivazione nelle affermazioni del governo che condiziona queste assunzioni all’attuazione della delega sul così detto segmento 0-6. Anzi, il recente incontro al Ministero non ha chiarito la posizione del governo e ha lasciato aperti tutti i dubbi che avevamo espresso su una operazione, quella dello 0-6, che può essere vincente solo facendo i dovuti investimenti. Infatti come abbiamo affermato nel nostro convegno del 10 aprile 2015riteniamo che all’interno della delega non ci sia la salvaguardia del modello italiano di scuola dell’infanzia, nell’ottica dell’estensione al segmento 0-3, piuttosto l’intenzione di rendere omogeneo il percorso, disallineando la scuola dell’infanzia dal segmento dell’istruzione, contravvenendo a quanto prevedono le nuove Indicazioni del 2012.

Nel convegno che terremo a Napoli torneremo a chiedere al Governo un progetto complessivo di rilancio della scuola dell’infanzia pubblica, finalizzato a generalizzarne la presenza, soprattutto al Sud dove la dispersione è più alta e gli Enti locali, a causa dei vincoli del patto di stabilità, non riescono a supportare lo Stato in tale impegno. Nella 2 giorni le nostre idee saranno confrontate con le politiche europee sull’infanzia e si farà ancora una volta il punto sulla situazione della scuola dell’infanzia in Italia attraverso la presentazione di alcune interessanti esperienze didattiche e organizzative, anche aperte al segmento 0-6

Il Convegno, che inizierà alle 9 del 5 novembre prossimo e terminerà alle 13 del 6 novembre, è organizzato dalla FLC CGIL col patrocinio di Proteofaresapere, soggetto qualificato per l'aggiornamento (DM 08.06.2005), con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi e come formazione e aggiornamento dei Dirigenti Scolastici ai sensi dell'art. 21 CCNL 15/7/2011 Area V.

Quanto prima pubblicheremo il programma e le indicazioni logistiche per raggiungere il convegno che auspichiamo anche questa volta veda una nutrita partecipazione delle docenti e dei docenti della scuola pubblica dell’infanzia.