Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Scuola » Finanziamenti alle scuole, contrattazione e assunzioni in ruolo: le novità

Finanziamenti alle scuole, contrattazione e assunzioni in ruolo: le novità

I testi contrattuali sottoscritti e il nostro commento sugli accordi relativi all’assegnazione dei fondi per il Mof, scatti stipendiali e posizioni economiche ATA, aree a rischio e a forte processo immigratorio. Il Miur autorizza 33.380 assunzioni a tempo indeterminato.

08/08/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

La giornata di giovedì 7 agosto è stata particolarmente intensa sul versante degli incontri al Ministero dell’Istruzione e della contrattazione all’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni.

La mattinata si è aperta con l’incontro al Miur durante il quale ai sindacati è stata data conferma dell’autorizzazione per 33.380 assunzioni a tempo indeterminato: 28.781 posti per i docenti e gli educatori e 4.599 posti per il personale ATA. Sul nostro sito la ripartizione dei posti e le tabelle analitiche (docenti e ATA) per provincia, insegnamento/profilo. Il decreto ministeriale e le istruzioni verranno pubblicati nelle prossime ore e saranno disponibili anche nel nostro speciale assunzioni.

Sempre nella mattinata, questa volta all’Aran, con la sottoscrizione di due contratti si sono chiusi i capitoli relativi al recupero della validità del 2012 ai fini del passaggio di gradone (scatti di anzianità) e al pagamento delle posizioni economiche ATA attivate a decorrere dal settembre 2011 fino al 31 agosto 2014. Abbiamo sottoscritto il contratto sul riconoscimento degli emolumenti al personale ATA, mentre non abbiamo sottoscritto il contratto sugli scatti, spiegandone le ragioni in una dichiarazione a verbale allegata al contratto: inaccettabile che si continui a sottrarre fondi destinati alle scuole per finanziare gli scatti. Inoltre, abbiamo subordinato la firma al rispetto degli impegni presi dal Governo sul ripristino delle risorse del Mof. Per saperne di più.

Conseguentemente alla trattativa all’Aran, è stata successivamente sottoscritta al Miur l’ipotesi di intesa relativa all’assegnazione dei fondi per il Mof (Miglioramento dell’offerta formativa) 2014/2015. Confermato il taglio per il secondo anno consecutivo di 350 milioni di euro. Anche in questo caso, non abbiamo sottoscritto l’intesa in coerenza con il dissenso circa il reperimento delle risorse, da destinare agli scatti di anzianità, a carico del Fondo dell’istituzione scolastica. I punti salienti dell’intesa.

Infine, è stato sottoscritto in via definitiva il CCNI (Contratto Collettivo Nazionale Integrativo) relativo ai criteri e parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per finanziare i progetti attuati nell'a.s. 2013/2014. Leggi il testo del contratto. Le scuole riceveranno a breve la comunicazione sulle risorse assegnate.