27 gennaio, Giorno della Memoria

Home » Scuola » Graduatorie ATA: in dirittura d'arrivo la III fascia

Graduatorie ATA: in dirittura d'arrivo la III fascia

Recepita la sequenza ATA. Restano aperti numerosi problemi di gestione delle graduatorie di terza fascia.

09/06/2008
Decrease text sizeIncrease  text size

Vai allo speciale Graduatorie di istituto ATA

Si è tenuto il 4 giugno al Ministero il previsto incontro sul decreto per la costituzione delle graduatorie d'istituto di III fascia per il personale ATA.

Il Decreto Ministeriale di prossima emanazione recepisce in pieno la nuova tabella dei titoli di studio/requisiti di accesso ai profili come stabilito dalla sequenza ATA. E questo è un dato positivo.

Questo decreto, secondo le previsioni dei dirigenti ministeriali, dovrebbe essere firmato dal Ministro la prossima settimana. Saranno comunque previsti 30 giorni di tempo per la presentazione delle domande.

La posizione della FLC

Nel corso dell'incontro, come FLC Cgil, abbiamo espresso sul piano generale una forte preoccupazione legata alla gestione di questa procedura che coinvolgerà una vastissima platea di personale. Questa considerevole mole di lavoro si scaricherà ancora una volta sulle segreterie già messe a dura prova dai tagli e dalla continue richieste di dati e monitoraggi dall’amministrazione scolastica.

La FLC, a garanzia della certezze delle procedure e nel rispetto del lavoro delle segreterie, ha fatto le seguenti proposte:

  1. valutazione delle domande e compilazione delle graduatorie a carico degli Uffici Scolastici Provinciali.

  2. proroga al 31 agosto di tutti contratti del personale ATA con scadenza al 30.6 (vedi anche numerose sentenze )

  3. utilizzo delle tecnologie informatiche per alleggerire le segreterie dal pesante lavoro di immissione dei dati prevedendo ad esempio la possibilità di compilare on-line le domande da parte degli interessati;

  4. la formazione di nuclei di supporto e coordinamento delle attività delle scuole da parte degli USP

  5. istruzioni operative chiare per assumere con criteri trasparenti e secondo procedure certe i supplenti dal prossimo 1 settembre 2008, dal momento che a quella data le nuove graduatorie di istituto non potranno essere utilizzabili visti i tempi ristretti a disposizione.

Le considerazioni finali del MIUR

Il Direttore Generale si è impegnato a individuare tutte le soluzioni e gli accorgimenti possibili per trovare una soluzione dei problemi di carattere tecnico amministrativo. Al contrario, invece, nessuna soluzione è stata analizzata per quel che riguarda lo spostamento delle graduatorie agli USP e la proroga generalizzata dei contratti di lavoro al 31 agosto. Su questi due punti c’è stata solo una generica disponibilità del Direttore a sottoporre le richieste sindacali al Ministro. Infatti, queste richieste, di difficile soluzione nell’immediato, richiedono interventi di tipo legislativo, quindi, sono nelle mani della politica e del Parlamento.

Tuttavia, vista la complessità dei temi da affrontare, il Direttore Generale si è reso disponibile a inserire buona parte delle richieste sindacali in un piano generale di fattibilità attraverso un'intesa con i sindacati scuola in occasione del prossimo incontro già fissato per martedì 10 giugno 2008.

Roma, 9 giugno 2008