Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Inidonei, ITP C555, C999 e precari ATA: non si può più attendere, vogliamo risposte risolutive

Inidonei, ITP C555, C999 e precari ATA: non si può più attendere, vogliamo risposte risolutive

Lettera aperta del Segretario generale della FLC CGIL, Domenico Pantaleo, alla politica per sbloccare la vicenda.

29/08/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

La FLC CGIL, a nome del proprio Segretario Generale, con una lettera aperta interviene in avvio del nuovo anno scolastico 2013/2014, per esigere un provvedimento risolutivo che ponga soluzione al transito coatto dei docenti inidonei e fine alla gravissima emergenza occupazionale e di riconoscimento dei diritti del personale amministrativo e tecnico della scuola. È passato oramai un anno da quando, a seguito della norma sulla Spending Review, che ha introdotto il passaggio forzoso dei docenti inidonei e ITP sui ruoli del personale ATA, questi lavoratori hanno subito il blocco delle assunzioni per quanto riguarda i precari ATA, mentre per i docenti inidonei e ITP possiamo parlare di un vero e proprio accanimento.

La FLC CGIL è da tempo che denuncia il grave danno che si sta perpetrando nei confronti di questi lavoratori e chiede la cancellazione di questa norma, ritenuta incostituzionale, poiché è discriminatoria e intacca sia il diritto al lavoro, che il diritto alla salute, con effetti pesanti anche sulla funzionalità e sulla qualità del servizio scolastico.

Si stanno predisponendo dei provvedimenti ad hoc sulla scuola e, dopo lo stralcio delle modifiche dal decreto sulla PA, chiediamo con forza alle Istituzioni politiche di dare delle risposte risolutive alle legittime aspettative di docenti inidonei, ITP, amministrativi e tecnici precari ATA.

È tempo che la politica intervenga e si prenda questa responsabilità.