Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Scuola » “La Buona scuola” e legge di stabilità: i sindacati chiedono un incontro urgente al Ministro Giannini

“La Buona scuola” e legge di stabilità: i sindacati chiedono un incontro urgente al Ministro Giannini

I provvedimenti attuativi debbono essere oggetto di confronto con le parti sociali. Salario, orario e valorizzazione professionale si discutano nel contratto.

09/01/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

A conclusione della consultazione su “La Buona scuola” da parte del Governo, che ha dato ragione alle posizioni espresse dalla FLC CGIL e dagli altri sindacati, su molti punti contenuti nella proposta del Governo che non sono condivisi, a partire dalla carriera dei docenti, è urgente un confronto a tutto campo sui provvedimenti riguardanti la scuola che sono allo studio del Governo e del ministro.

I sindacati, unitariamente, pongono di nuovo l’esigenza del rinnovo del contratto nazionale di lavoro come unico strumento per affrontare tutti i temi riguardanti il rapporto di lavoro, il salario, la carriera, l’orario. A tali temi, ora, se ne sono aggiunti altri connessi all’attuazione di alcuni provvedimenti contenuti nella legge di stabilità appena approvata.
__________________

Roma, 9 gennaio 2015

Sen. Stefania Giannini
Ministro Istruzione Università Ricerca
Dott. Alessandro Fusacchia
Capo di Gabinetto MIUR
ROMA

Le scriventi Segreterie nazionali dei sindacati scuola,  Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola,  Snals  Confsal, e Gilda  Unams, facendo seguito all’incontro del 13 novembre 2014, con la presente chiedono un incontro specifico in cui avviare un confronto di merito relativo alle scelte che il Governo si appresta ad effettuare a seguito della conclusione della  consultazione sulla “buona Scuola”, anche in  considerazione dell’ impegno assunto a tale proposito.
Ciò al fine di affrontare in modo chiaro ed esaustivo  le materie  che attengono al rapporto di lavoro e le relative ricadute sul personale, sia in relazione ai nuovi provvedimenti che il Governo si appresta ad attuare che agli effetti derivanti dall’entrata in vigore della legge di stabilità recentemente approvata.

Si resta in attesa di un gradito, quanto sollecito riscontro.

FLC CGIL
Domenico Pantaleo
CISL Scuola
Francesco Scrima
UIL Scuola
Massimo Di Menna
SNALS Confsal
Marco Paolo Nigi
GILDA Unams
Rino Di Meglio