Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » La FLC CGIL scrive al Ministro Profumo per chiarimenti sui fondi della legge 440/97 e sulla direttiva 102/2011

La FLC CGIL scrive al Ministro Profumo per chiarimenti sui fondi della legge 440/97 e sulla direttiva 102/2011

A 5 mesi dall'inizio dell'anno scolastico le scuole non conoscono ancora, come e quando verranno ripartiti i fondi per l'autonomia scolastica

25/01/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Come avevamo già preannunciato, il Segretario Generale Domenico Pantaleo ha scritto al Ministro Francesco Profumo per chiedere un sollecito incontro.

I fondi previsti dalla legge 440/97 sono notevolmente ridotti e, a 5 mesi dall’inizio dell’anno scolastico, non sono stati ancora assegnati alle scuole autonome compromettendo la qualità della loro offerta formativa.

E’ necessario un incontro urgente perché si faccia chiarezza sull’entità delle risorse, sui motivi del ritardo nell’assegnazione alle scuole e sul mistero della Direttiva 102/2011.
_______________

 

Al Ministro della Pubblica Istruzione
Prof. Francesco Profumo
Viale Trastevere 76/A
00153 Roma


Oggetto: Richiesta incontro su destinazione risorse Legge 440/97 e Direttiva 102/2011

Gentile Signor Ministro,

le scuole non conoscono ancora, a 5 mesi dall'inizio dell'anno scolastico, come e quando verranno ripartiti i fondi per l'autonomia scolastica previsti dalla legge 440/97.
Questa incresciosa situazione è aggravata dal mistero della Direttiva n. 102 del 7 novembre 2011, mai pubblicata sul sito istituzionale del Miur né inviata alle Direzioni regionali, alle Istituzioni scolastiche e alle Organizzazioni sindacali, che avrebbe dovuto stabilire i criteri e le priorità per la destinazione a tutte le scuole autonome di tali fondi.
La questione è della massima urgenza, per questo Le chiediamo un sollecito incontro. Negli ultimi 10 anni questi fondi hanno subito una continua riduzione che nell’esercizio finanziario 2011 ha raggiunto il 70% in meno rispetto all’esercizio finanziario 2001. Inoltre questi fondi sono stati spesso utilizzati per scopi impropri non previsti dalla legge 440/97. Alla forte riduzione si aggiunge il notevole ritardo con cui i fondi, del tutto insufficienti, arrivano alle scuole.
Da quando ha assunto la responsabilità della conduzione del Ministero, Lei ha mostrato di avere a cuore il potenziamento dell’autonomia scolastica, la diffusione del concetto di autonomia responsabile e la trasparenza in tutti gli atti dell’Amministrazione, per questo ci aspettiamo, in un prossimo incontro, che siano chiariti a tutti gli interessati, agli addetti ai lavori e ai portatori di interesse i criteri e le entità delle risorse da destinare alle scuole autonome.

In attesa di un positivo riscontro, porgiamo distinti saluti.

Il Segretario Generale FLC CGIL
Domenico Pantaleo