Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Le mani del Mef sulla contrattazione

Le mani del Mef sulla contrattazione

Presentato il ricorso al Tar Lazio per annullare una circolare con la quale l’Amministrazione vorrebbe imbrigliare la contrattazione integrativa nei settori pubblici.

12/11/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

La FLC CGIL, tramite il proprio Ufficio Legale, ha presentato ricorso al Tar Lazio per chiedere l’annullamento della circolare n. 25 del 19 luglio 2012 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento della Ragioneria dello Stato. Si tratta, come già a suo tempo abbiamo denunciato, di una norma molto pericolosa che interviene pesantemente e illegittimamente sulla contrattazione decentrata e lede l’autonomia delle parti.

La Ragioneria, infatti, con il pretesto di fornire schemi uniformi alla pubblica amministrazione per la redazione delle relazioni di accompagnamento ai contratti integrativi, in realtà interviene ponendo vincoli alla negoziazione integrativa attribuendo poteri esorbitanti agli organi di controllo. Proprio attraverso gli organi di controllo l’Amministrazione attribuisce a se stessa un potere imperativo che di fatto inibisce la contrattazione integrativa, andando ben al di là dei compiti che la norma le riconosce.

L'effetto negativo di questa circolare, inoltre, è molto esteso perchè ricade su tutti i settori della pubblica amministrazione.

Di fronte a questo sopruso la FLC CGIL ha, prima, richiesto il ritiro della circolare citata, poi, in assenza di riscontro da parte dell’Amministrazione, ha deciso di presentare ricorso al Tar.