Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Mobilità scuola 2016/2017: chiarimenti per i trasferimenti nei CPIA, per i diplomati magistrali e i docenti scuola primaria

Mobilità scuola 2016/2017: chiarimenti per i trasferimenti nei CPIA, per i diplomati magistrali e i docenti scuola primaria

Il Ministero dell’Istruzione chiarisce alcuni aspetti relativi alla mobilità dei diplomati magistrali assunti per sentenza e al riconoscimento del corso di lingua inglese nella primaria.

26/05/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Il MIUR, su nostra segnalazione, ha emanato i seguenti due chiarimenti, uno con FAQ sul proprio sito, l’altro fornendo indicazioni agli uffici territoriali.

Trasferimenti nei CPIA

(Domanda) Nel compilare la domanda per le fasi B1 e B2 dei trasferimenti tra le sedi disponibili del primo ambito scelto compaiono anche quelle del Cpia locale situate in un'altra provincia, devo indicarle obbligatoriamente?

(Risposta) Sì, altrimenti la domanda non può essere inviata, tuttavia, dato che tale evenienza risulta discordante rispetto alle previsioni del CCNI, è possibile poi segnalare con apposita comunicazione da allegare alla domanda all'ufficio territoriale incaricato della valutazione della domanda la propria indisponibilità a trasferirsi sulle sedi del Cpia situate in altra provincia

Chiariamo di cosa si tratta.

Ci sono alcuni CPIA (per fortuna pochissimi) che, come noto, “non” sono sedi di titolarità per i docenti e che afferiscono ad un determinato ambito territoriale di una certa provincia, i quali hanno diversi CTP (che, al contrario, sono sedi di titolarità ai fini della mobilità di fase B1 e B2) di cui, qualcuno, risulta ubicato in altra provincia limitrofa rispetto a quella in cui ha sede il CPIA. Chi, assunto entro il 2014-15, partecipa alla mobilità in fase B1 e B2 ha diritto ad avere una sede di titolarità se soddisfatto nel primo ambito. Al momento in cui si va a riordinare, in ordine di preferenza, l’elenco delle sedi disponibili nel primo ambito, si scopre che vi sono compresi anche CTP di altra provincia perché afferiscono a quello stesso CPIA incardinato nel primo ambito scelto.  Dal momento che non è possibile, compilando la domanda (come dice la risposta alla domanda sopra), eliminare queste sedi anomale, la domanda va inoltrata completa di tutte le sedi indicate. Chi non fosse interessato a diventare titolare in queste sedi CTP ubicate in diversa provincia, lo dovrà segnalare all’ATP competente alla valutazione della domanda (con comunicazione da allegare alla domanda) che provvederà ad eliminare quella sede nella domanda presentata.

Mobilità dei diplomati magistrali assunti per sentenza

Pervengono segnalazioni dagli Uffici provinciali circa l'impossibilità dei docenti in oggetto di produrre domanda per la fase C dei trasferimenti tramite le istanze on line. Il Miur, su questa segnalazione, precisa che se questi docenti non sono stati immessi in ruolo con la causale di riferimento relativa alla fase C del piano straordinario di assunzioni non vengono riconosciuti dal sistema, a maggior ragione non possono procedere le domande di quanti non sono ancora stati inseriti in anagrafe come titolari.
Poiché al momento le funzioni non sono disponibili a seguito dell'elaborazione dei trasferimenti fase A, occorre acquisire una domanda cartacea da parte dei docenti che non potessero operare utilizzando il modello allegato per poi provvedere, alla riapertura delle funzioni, con le necessarie rettifiche e i relativi inserimenti delle domande ad opera degli uffici.

Corso di perfezionamento lingua inglese nella primaria

Si segnala che nelle prime giornate del movimento fase B nelle istanze on line non era presente la preferenza H relativa ai corsi di perfezionamento della lingua inglese per i docenti della scuola primaria. Pertanto, se nella fase di verifica del punteggio il personale docente che non ha potuto inserire tale preferenza dovesse richiedere una rettifica in tal senso, in presenza di indicazione del titolo nella dichiarazione indicata, bisognerà rettificare.