Home » Scuola » Pagamento delle spettanze contrattuali ai Dirigenti Scolastici: pasticci e inefficienze ministeriali

Pagamento delle spettanze contrattuali ai Dirigenti Scolastici: pasticci e inefficienze ministeriali

Nell’incontro di oggi l’Amministrazione ha riconosciuto vari ritardi e inefficienze. Dal 10 ottobre riparte l’inserimento dei dati. Presi alcuni impegni. Ma non ci siamo proprio.

01/10/2007

Su nostra richiesta e dopo un primo confronto avvenuto il 24 settembre 2007, oggi si è svolto l'incontro calendarizzato appunto per il 1 ottobre al Ministero circa i ritardi con cui verranno liquidate alcune spettanze contrattuali 2002-2005 conseguenti alle contrattazioni integrative nazionali e regionali conclusesi ormai da molti mesi.

L'Amministrazione ha riconosciuto che nel passaggio dal trattamento dati per via cartacea a quello per via informatica si sono verificati vari inconvenienti ed errori che hanno fatto bloccare tutta la macchina amministrativa. E ciò avviene sia per la riliquidazione delle pensioni sia per la liquidazione delle spettanze del personale in servizio. La riliquidazione delle pensioni peraltro è complicata dal fatto che il soggetto di riferimento, l'INPDAP, non ha un rapporto di diretta collaborazione con il Ministero.

Sulla base delle segnalazioni fatte nel precedente incontro dalla FLC Cgil (impossibilità di inserimenti dati non mensili, impossibilità di inserimento dati non antecedenti al 1 9 2006, mancanza di flessibilità di tutto il sistema, rischio di dover seguire la doppia procedura di inserimento cartaceo e informatico) l'Amministrazione ha ammesso che nella fase attuale, avendo verificato la rigidità della procedura, si è risolta ad agire con la procedura cartacea per gli emolumenti riferiti al 31 agosto 2006 e informatica per il resto. Tutto ciò a partire dal 10 ottobre. Nel frattempo i tecnici del ministero stanno adeguando la procedura informatica per unificare il trattamento dati a partire dall'esperienza già elaborata in Lombardia con l'intento di avere a disposizione la nuova procedura per novembre 2007.

L'Amministrazione invierà delle specifiche note ai referenti territoriali del Ministero e al tesoro, promuoverà un incontro con l'INPDAP sulla riliquidazione tentando di favorire quanto meno, e provvisoriamente, le spettanze per le parti fisse della retribuzione di posizione.

Come FLC Cgil abbiamo chiesto e ottenuto di conoscere le note che saranno inviate ai vari interlocutori e di essere convocati quanto prima dopo le prime risultanze di tali azioni ministeriali. Seguiremo da vicino tutta la questione non lasciando nulla di intentato per far cessare questa insostenibile leggerezza amministrativa.

Roma, 1 ottobre 2007