Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Personale ATA: il MIUR sblocca i posti non utilizzati per il passaggio dei docenti inidonei

Personale ATA: il MIUR sblocca i posti non utilizzati per il passaggio dei docenti inidonei

Va in porto la richiesta della FLC CGIL di stabilizzare ulteriori precari, attingendo dalla graduatoria permanente (24 mesi).

01/06/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Il MIUR con l’emanazione della nota 4122 del 30 maggio 2012 dispone le istruzioni per il completamento delle assunzioni in ruolo del personale ATA, sui posti residui per i passaggi dei docenti inidonei, nel rispetto del contingente autorizzato col D.M. 10.08.2011, n. 74.

Quanto richiesto e sollecitato dalla FLC CGIL nell’incontro del 7 maggio 2012 trova la sua piena attuazione nella nota operativa 4122/2012 rivolta ai Direttori Regionali che “sono invitati a conferire nomine in ruolo sul numero dei posti a tal fine accantonati, ma poi in tutto o in parte non utilizzati per gli inquadramenti del personale docente inidoneo. Le citate nomine, ai sensi del D.M. 10.08.2011, n. 74, sono conferite sulla base delle graduatorie provinciali permanenti aggiornate a seguito dell’espletamento dei concorsi per soli titoli di cui alla nota n. 402 del 20.01.2011 ed hanno decorrenza giuridica 1 settembre 2011 ed effetti economici dalla data di effettiva assunzione in servizio che, comunque, deve avvenire in data successiva al 31 agosto 2012.

Tali disposizioni come meglio precisato nella nota 4125 sempre del 30 maggio 2012 garantiscono sia la continuità di servizio al personale supplente che occupa tali posti e ai destinatari delle nomine in ruolo la possibilità di partecipare alla mobilità per ottenere la sede di titolarità a decorrere dal 1 settembre 2012.

Le altre tematiche affrontate nella riunione del 7 maggio 2012 sono all’esame del MIUR e verranno riaffrontate nei prossimi incontri.