Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Personale educativo: trasmesso il decreto per le immissioni in ruolo

Personale educativo: trasmesso il decreto per le immissioni in ruolo

Confermata l’immissione in ruolo di 108 educatori per coprire i pensionamenti. La FLC CGIL rivendica risorse aggiuntive per fare fronte al reale fabbisogno di convitti, semiconvitti ed educandati. Allegata la tabella di distribuzione per provincia.

11/08/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il MI ha pubblicato il 10 agosto il decreto che determina il contingente per le immissioni in ruolo 2021/2022 del personale educativo, di cui aveva dato precedente informativa alle organizzazioni sindacali.

Certamente, a dispetto di quanto recita il decreto, il personale non è assunto in base “al reale fabbisogno di personale”, tanto che residueranno circa 200 posti (il 10%) non stabilizzati in organico di diritto: i 108 posti, autorizzati e suddivisi per regione e province in base al numero dei convittori e semiconvittori, coprono esclusivamente i pensionamenti. Il reale fabbisogno, considerati anche i problemi legati all’emergenza sanitaria, richiede da parte del MI ben altro investimento di risorse, come da anni la FLC CGIL sta rivendicando.

Il personale immesso in ruolo, a cui è assegnata una sede provvisoria per l’anno scolastico 2021/2022, otterrà la sede di titolarità definitiva tramite la partecipazione alle operazioni di mobilità relative all’anno scolastico 2022/2023.