Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Precari: riserve disabili. Risposta Consiglio di Stato

Precari: riserve disabili. Risposta Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato, nella seduta del 13 dicembre 2000, ha esaminato la richiesta di parere presentata dal Ministero della PI in merito all'applicazione della nuova legge 68/1999 relativa alle riserve da attribuire al personale disabile nel conferimento delle nomine dalla graduatoria permanente.

03/02/2001
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Consiglio di Stato, nella seduta del 13 dicembre 2000, ha esaminato la richiesta di parere presentata dal Ministero della PI in merito all'applicazione della nuova legge 68/1999 relativa alle riserve da attribuire al personale disabile nel conferimento delle nomine dalla graduatoria permanente.

La richiesta del MPI era riferita alla possibilità o meno di applicare le riserve in tutta la graduatoria, superando la distinzione per fasce. Il consiglio di Stato, in considerazione del fatto che la graduatoria permanente non è unica, ma differenziata ed articolata in scaglioni (sono considerate vere e proprie sub-graduatorie indipendenti), esprime il parere che la precedenza, prevista dalla legge 68/99, opera all'interno di ogni fascia e che i riservatari inseriti nelle fasce successive hanno diritto alla riserva solo dopo aver effettuato tutte le nomine dei candidati non riservatari inseriti nelle fasce precedenti.

Il MPI, a seguito del parere, ha emanato la nota prot. n. 843 del 2 febbraio 2001.

Roma, 3 febbraio 2001