Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Precari scuola: la privacy non può limitare la trasparenza nelle graduatorie

Precari scuola: la privacy non può limitare la trasparenza nelle graduatorie

In un documento unitario FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola sollecitano il MPI a garantire la trasparenza delle graduatorie di docenti e ATA

21/05/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

Già dallo scorso anno il Ministero della Pubblica Istruzione, sulla base di alcune indicazioni informali ricevute dagli uffici del Garante per la privacy, ha definito regole particolarmente rigide sulla pubblicazione, nelle graduatorie di docenti ed ATA, di alcuni dati essenziali per comprenderne la formazione (riserve, precedenze, preferenze).

In vista della pubblicazione delle graduatorie dei docenti e degli ATA, la FLC Cgil, la CISL Scuola e la UIL Scuola hanno inviato al Ministero una lettera unitaria nella quale si sollecita un intervento per garantire la trasparenza delle graduatorie attraverso procedure che permettano ai soli candidati di poter prendere visione di tutti i dati di interesse.

Roma, 21 maggio 2007