Home » Scuola » Precari » Concorso docenti: chiarimenti su valutazione prove scritte e svolgimento prova pratica

Concorso docenti: chiarimenti su valutazione prove scritte e svolgimento prova pratica

La prova pratica sarà svolta indipendentemente dal risultato della prova scritta.

19/05/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Miur con la nota 14097 del 18 maggio 2016, ha fornito chiarimenti sulla valutazione della prova scritta e sullo svolgimento della prova pratica.

Nella nota sono fornite anche indicazioni sulla costituzione delle commissioni e delle eventuali sottocommissioni.

Correzione prove scritte

Le prove scritte saranno corrette in modo completamente anonimo e l’associazione codice-candidato, avverrà solo al termine di tutte le operazioni di correzione. La correzione sarà collegiale essendo necessario inserire le credenziali di tutti i componenti della commissione per poter accedere alle stesse.

Sono state fornite alcune indicazioni generali ai fini della valutazione delle prove ("pertinenza", "correttezza linguistica", "completezza" e "originalità". Ogni commissione potrà integrare o modificare tali criteri e introdurre criteri specifici e definire le griglie di valutazione che saranno inviate all'Ufficio Scolastico Regionale che le pubblicherà sull'albo istituzionale.

Svolgimento prova pratica

La prova pratica, per le classi di concorso che la prevedono, sarà svolta da tutti coloro che hanno sostenuto la prova scritta. Il calendario delle prove pratiche sarà pubblicato dalle commissioni almeno 15 giorni primo del loro svolgimento.

Ammissione alla prova orale

Nel caso sia prevista solo la prova scritta, per essere ammessi alla prova orale è necessario aver ottenuto un punteggio di almeno 28/40. Nel caso di più prove scritte il punteggio finale è ottenuto dalla media dei voti delle singole prove, in ognuna delle quali occorre ottenere almeno 24/40.

Nel caso sia prevista anche la prova pratica, alla prova scritta sono assegnati un massimo di 30 punti e a quella pratica 10 punti. Per essere ammessi alla prova orale occorre aver ottenuto un punteggio complessivo di almeno 28/40 e nelle due prove aver ottenuto almeno la sufficienza (18/30 e 6/10).

I criteri specifici di assegnazione dei punteggi ai vari quesiti e alle varie prove sono stabiliti dal DM 95/16 (articolo 8).