Sciopero scuola 30 maggio 2022, cosa chiediamo

Home » Scuola » Precari » Concorso ordinario docenti scuola secondaria: pubblicato il nuovo bando in Gazzetta Ufficiale

Concorso ordinario docenti scuola secondaria: pubblicato il nuovo bando in Gazzetta Ufficiale

Recepite le modifiche del decreto “Sostegni bis”: prova scritta a quiz e graduatorie con i soli vincitori.

19/01/2022
Decrease text sizeIncrease  text size

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo bando del concorso ordinario della scuola secondaria (DD 23/22) bandito la scorsa primavera (DD 499/20 e i relativi allegati e DD 649/2020).

La necessità di cambiare il bando, nonostante non sia prevista una riapertura dei termini di partecipazione (ad eccezione delle discipline STEM) dipende dalla rettifica del regolamento (DM 326/21) in applicazione del decreto “Sostegni-bis” (DL 73/2021), che ha sostituito la prova pre-selettiva e gli scritti con un’unica prova scritta con quesiti a risposta multipla.

Discipline STEM: a norma dell’articolo 59, comma 18, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, i posti delle procedure concorsuali ordinarie relative alle classi di concorso A020 (Fisica), A026 (Matematica), A027 (Matematica e fisica), A028 (Matematica e scienze) e A041 (Scienze e tecnologie informatiche) sono rideterminati in ragione dei posti vacanti e disponibili, nei limiti individuati da apposito decreto del MI e del MEF.
Con successivo decreto del Ministero dell’istruzione si provvederà alla riapertura dei termini di partecipazione.

Prova scritta:
Prova computer-based con 50 quesiti a risposta multipla, ciascuno di essi consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta. Ripartizione quesiti:
Posti comuni: 40 quesiti sulle competenze e delle conoscenze delle discipline afferenti alla classe di concorso. (Programmi previsti dall’allegato A).
Posti di sostegno:
40 quesiti sulle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. (Programmi previsti dall’allegato A).
Posti comuni e di sostegno:
5 quesiti sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del QCER e 5 quesiti sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi multimediali.
Per le classi di concorso concernenti le lingue e culture straniere, la prova è svolta nella lingua oggetto di insegnamento ad eccezione dei quesiti relativi alla conoscenza della lingua inglese.Prova scritta classi di concorso A-24, A-25 e B-02
relativamente alla lingua inglese è composta da cinquanta quesiti, così ripartiti:
45 quesiti volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze sulle discipline;
5 quesiti sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.

Durata prova scritta: 100 minuti. Non è prevista pubblicazione preventiva dei quesiti.

Valutazione della prova scritta: è effettuata sulla base dei quadri di riferimento redatti dalla commissione nazionale. Punteggio massimo 100 punti, punteggio minimo per superare la prova 70 punti.

Prova orale: rimane confermata l’impostazione già prevista, ovvero una prova volta a valutare la padronanza delle discipline e la capacità di progettazione didattica efficace. La prova si configura quindi come una lezione simulata, con possibilità di estrarre la traccia 24 ore prima della prova stessa. La prova è superata da chi consegua una votazione pari ad almeno 70/100.
I quadri di riferimento per la valutazione della prova, predisposti dalla Commissione nazionale, dovranno essere pubblicati almeno dieci giorni prima dello svolgimento della prova.

Prova pratica: per le discipline che la prevedono, la commissione ha a disposizione 100 punti per la prova pratica e 100 punti per il colloquio. Il voto della prova orale è dato dalla media aritmetica delle rispettive valutazioni. La traccia per ciascun turno di prova pratica è estratta all’atto dello svolgimento della stessa.

Articolazione dei punteggi: vengono rideterminati per un massimo di 250 punti, di cui 100 alla prova scritta, 100 all’orale e 50 ai titoli.

Valutazione dei titoli: le tabelle ricalcano quelle già previste, con una proporzionale rideterminazione dei punteggi per arrivare a un totale di 50 punti.

Graduatorie vincitori: come previsto nella norma, DL 73/2021, articolo 59 c. 10, la graduatoria sarà costituita da un numero di aspiranti pari al numero dei posti messi a concorso.

Cosa portare nelle sedi di esame: documento di riconoscimento in corso di validità, codice fiscale, certificazione verde COVID 19 e ricevuta di versamento del contributo previsto per la partecipazione alla procedura concorsuale.