Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Scuola » Precari » Concorso ordinario scuola primaria e dell’infanzia: pubblicati i quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta

Concorso ordinario scuola primaria e dell’infanzia: pubblicati i quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta

Ci saranno i quesiti su legislazione e parte comune del programma del concorso: un’indicazione che avevamo chiesto da tempo e sarebbe dovuta arrivare prima.

02/12/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato i Quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta del concorso ordinario per la scuola primaria e dell’infanzia.

La prova scritta computer-based ha la durata di 100 minuti.
È composta da cinquanta quesiti vertenti sui programmi, Allegato A, che prevede:
a. il programma di esame comune;
b. il programma di esame specifico per ciascuna procedura concorsuale.

I cinquanta quesiti sono così ripartiti:

40 quesiti a risposta multipla, inerenti ad aspetti curricolari, psico-socio - pedagogico - didattici, organizzativi e normativi

Scuola dell’infanzia posto comune

I 40 quesiti verteranno sulle seguenti tematiche:

Il curricolo della scuola dell’infanzia
La professionalità docente
Il sistema integrato delle scuole dell'infanzia e la continuità educativa
I contesti di sviluppo e apprendimento dei bambini, bambine e famiglie
L’autonomia scolastica (il Piano Triennale dell'Offerta Formativa – PTOF; la Collegialità e relazioni all'interno dell'istituzione scolastica e rapporti interistituzionali; il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV), il Rapporto di autovalutazione (RAV) e i piani di miglioramento)
Contenuti di normativa e legislazione scolastica.

Scuola primaria posto comune

I 40 quesiti verteranno sulle seguenti tematiche:

Caratteristiche e dinamiche dei diversi contesti di sviluppo e apprendimento
Didattica delle discipline e mediazione didattica
Progettazione didattica
Organizzazione della scuola primaria
L'autonomia scolastica (il Piano Triennale dell'Offerta Formativa (PTOF); collegialità e relazioni all'interno dell'istituzione scolastica e rapporti inter-istituzionali; il Sistema Nazionale di Valutazione (SNV), il Rapporto di autovalutazione (RAV) e i piani di miglioramento)
Contenuti di normativa e legislazione scolastica

Posti di sostegno

I 40 quesiti a risposta multipla saranno inerenti alla pedagogia speciale, alla psicologia dell’età evolutiva e dell’apprendimento, alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, ad aspetti normativi e organizzativi, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

Scuola dell’infanzia posto di sostegno

I 40 quesiti verteranno sulle seguenti tematiche:

principali disposizioni normative riferite all’inclusione scolastica con riguardo alla disabilità, all’intercultura, ai disturbi specifici di apprendimento;
fondamenti generali di pedagogia e didattica speciale, di psicologia dell’età evolutiva, psicologia dell’apprendimento scolastico con riferimento allo sviluppo cognitivo, affettivo e sociale, nonché competenze pedagogico-didattiche finalizzate ad una didattica inclusiva centrata sui processi dell’apprendimento
aspetti organizzativi e relazionali

Scuola primaria posto di sostegno

I 40 quesiti verteranno sulle seguenti tematiche:

principali disposizioni normative riferite all’inclusione scolastica con riguardo alla disabilità, all’intercultura, ai disturbi specifici di apprendimento;
fondamenti generali di pedagogia e didattica speciale, di psicologia dell’età evolutiva, psicologia dell’apprendimento scolastico con riferimento allo sviluppo cognitivo, affettivo e sociale, nonché competenze pedagogico-didattiche finalizzate ad una didattica inclusiva centrata sui processi dell’apprendimento
le diverse tipologie di disabilità e degli altri bisogni educativi speciali in una logica bio-psico- sociale

5 quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

5 quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato.
A ciascuna risposta corretta sono assegnati due punti; zero punti per risposta errata o non data.
La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.