Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Scuola » Precari » Concorso straordinario docenti scuola primaria e dell’infanzia: come si presenta la domanda

Concorso straordinario docenti scuola primaria e dell’infanzia: come si presenta la domanda

Le domande si potranno presentare online a partire dalle ore 9.00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018.

25/11/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Il concorso straordinario per i docenti abilitati per l’insegnamento nella scuola primaria e dell’infanzia è stato introdotto dal Decreto dignità (legge 96 del 9 agosto 2018) e regolamentato dal decreto ministeriale 17 ottobre 2018. Il bando di concorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 9 novembre (Decreto Direttoriale 1546 del 7 novembre 2018).

Bando | Chi può partecipare | Speciale
Iscriviti gratuitamente alle newsletter

Come si presenta la domanda

Le domande si potranno presentare a partire dalle ore 9.00 del 12 novembre 2018 fino alle ore 23.59 del 12 dicembre 2018. L’istanza di partecipazione al concorso, si presenta esclusivamente attraverso il sistema informativo POLIS (istanze online).
Il candidato che vuole concorrere per più procedure concorsuali presenta un’unica istanza con l’indicazione delle procedure cui intenda partecipare.
Chi può fare domanda: vedi la nostra scheda.

Cosa si deve dichiarare nella domanda

Abilitazione e/o specializzazione
Nella domanda è obbligatorio dichiarare il possesso dell'abilitazione e/o della specializzazione di sostegno (per partecipare a quest’ultima procedura). Il sistema verifica la presenza in GAE o in II fascia: in tal caso il requisito è considerato attendibile. In caso contrario occorre effettuare una dichiarazione del possesso del titolo indicando l’ufficio presso il quale è reperibile: la domanda sarà considerata valida dopo le verifiche dell’USR e risulta “Inoltrata per convalida”.

Requisiti di servizio
È obbligatorio indicare di aver svolto servizio (nella scuola statale e per il grado di scuola per il quale si concorre sia su posto comune che di sostegno) per almeno due anni scolastici (tra il 2010/2011 e il 2017/2018). Il sistema verifica la presenza nel fascicolo personale di tali servizi. In caso contrario occorre effettuare una dichiarazione relativa ai due anni di servizio indicando l’istituzione scolastica e la provincia di servizio: la domanda sarà considerata valida dopo le verifiche dell’USR e risulta “Inoltrata per convalida”.

Requisiti generali di partecipazione
È anche obbligatorio compilare la sezione dedicata alle dichiarazioni dei requisiti generali di partecipazione: cittadinanza, idoneità̀ fisica, condanne penali, ecc.

Tassa di concorso
È richiesto di dichiarare di aver effettuato il versamento della tassa di concorso (10,00€) da effettuarsi con bonifico bancario sul conto intestato a:
Sezione di tesoreria 348 Roma succursale, IBAN: IT 28S 01000 03245 348 0 13 2410 00 indicando nella causale: “regione – grado di scuola / tipologia di posto - nome e cognome - codice fiscale del candidato”.
Per ognuna delle diverse tipologie di posto (massimo 4) per le quale si concorre è necessario effettuare un versamento distinto.

NB: trattandosi di un conto di tesoreria non tutti sistemi di home-banking consentono il bonifico. In tal caso occorrerà recarsi presso un istituto di credito o alle poste specificando che si tratta di un conto di tesoreria.

Lingua straniera
Sarà anche necessario indicare la lingua straniera oggetto della valutazione nella prova orale:

  • per la scuola primaria (sia posto comune che sostegno) sarà l’Inglese
  • per la scuola dell’infanzia (sia posto comune che sostegno) una a scelta tra: Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo.

Altri titoli  e servizi valutabili
In questa sezione si dichiarano i titoli aggiuntivi posseduti e i servizi svolti. Nella nostra scheda un riepilogo dei titoli valutabili e dei punteggi assegnati.

Avvertenze per la dichiarazione dei servizi:

  1. Tra i servizi vanno dichiarati nuovamente anche quelli già indicati come requisito di accesso
  2. Se si partecipa per più procedure vanno dichiarati tutti i servizi posseduti: sarà il sistema, in base al grado di scuola indicato, a calcolarli correttamente.
  3. I servizi "spezzettati" vanno dichiarati separatamente. Sarà il sistema ad accettarli come annualità, se la somma dei giorni è di almeno 180 nell'anno scolastico.
  4. La casella "Il/La candidato/a dichiara che il servizio è valutabile come anno di servizio intero..." deve essere barrata solo qualora si dichiari un servizio continuativo almeno dal 1° febbraio agli scrutini/termine delle attività didattiche: altrimenti, trattandosi di un periodo inferiore ai 180 giorni (ma valido come annualità ai sensi della norma citata), non sarebbe accettato dal sistema.

Precedenze e riserva di posti
Nella domanda è possibile anche dichiarare eventuali preferenze (precedenze) e il diritto alla riserva dei posti.

Ausili per la prova orale
I candidati che ne abbiano necessità, all’atto della presentazione dell’istanza di partecipazione al concorso, possono chiedere gli ausili legati alla condizione di disabilità certificata ai sensi della legge 104/92.

Ecco una sintesi dei principali passaggi da seguire nella compilazione dell’istanza:

  1. scelta della Regione
  2. controllo dati anagrafici e di recapito
  3. scelta della tipologia di posto (comune e/o sostegno) e dell’ordine di scuola per il quale si concorre (primaria o infanzia)
  4. compilazione dati relativi a: abilitazione, eventuale specializzazione su sostegno, requisito delle 2 annualità di servizio
  5. inserimento di altri titoli culturali, professionali o di servizio
  6. eventuali titoli di preferenza
  7. eventuali titoli di riserva (ad es. L 68/99)
  8. lingua richiesta
  9. altre dichiarazioni
  10. eventuali note

Per effettuare l’inoltro della domanda di partecipazione occorre il codice personale (che non è la password di accesso a istanze on-line, ma un ulteriore codice scelto al momento della registrazione). Qualora non lo si ricordi è sufficiente utilizzare le funzioni di recupero del codice, illustrate a questo link.

NB: non utilizzare la funzione “Rigenerazione codice personale” altrimenti è necessaria una nuova registrazione ad istanze online.

La domanda inoltrata sarà disponibile in archivio e sarà inviata all’indirizzo di posta elettronica indicato in istanze online. È sempre possibile annullare l’inoltro (è richiesto il codice personale), correggere la domanda (che resta memorizzata) e poi procedere ad un nuovo inoltro fino alla scadenza (ore 23,59 del 12 dicembre 2018).