Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Precari » Concorso STEM: pubblicati dal Ministero i quadri di riferimento per le prove orali e pratiche

Concorso STEM: pubblicati dal Ministero i quadri di riferimento per le prove orali e pratiche

Mancano indicazioni nazionali sull’estrazione delle tracce delle prove orali e pratiche: in alcune regioni l’estrazione di entrambe è prevista 24 ore prima, in altre no.

19/07/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato i Quadri di riferimento per le prove orali e pratiche del Concorso STEM

 Classi di concorso A020, A027 e A028, la prova consiste in:

  • un colloquio, su un tema predisposto dalla Commissione (art. 4 comma 6 D.D. n. 826/2021), che accerti il possesso requisiti culturali e professionali correlati al posto specifico e di una verifica della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese;
  • una prova pratica.

Il colloquio avrà durata massima di 45 minuti, (previsti eventuali tempi aggiuntivi, ai sensi dell'art. 20 della Legge 5/02/1992, n. 104).  Il colloquio orale è così strutturato:

  1. progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche e di esempi di utilizzo pratico delle TIC, secondo quanto previsto dall’allegato A al D.M. n.201/2020
  2. accertamento della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

Il colloquio è valutato al massimo 100 punti e superato da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

La prova pratica ha la durata di 3 ore.

La Commissione assegna fino ad un massimo di 100 punti, tenendo a riferimento ambiti, descrittori e punteggi indicati nelle griglie. La sufficienza è fissata a 70 punti.

La Commissione ha a disposizione 100 punti per il colloquio e 100 punti per la prova pratica. Il voto della prova orale è dato dalla media aritmetica delle rispettive valutazioni. Superano la prova orale i candidati che conseguono un punteggio complessivo minimo di 70 punti su 100.

 Classi di concorso A26 e A41, la prova consiste in: 

  1. un colloquio, su un tema predisposto dalla Commissione (art. 4 comma 6 D.D. n. 826/2021), che accerti il possesso dei requisiti culturali e professionali correlati al posto specifico ed in una verifica della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese.

La prova orale si svolgerà in seduta pubblica con una durata massima di 45 minuti (previsti eventuali tempi aggiuntivi ai sensi dell'art. 20 della Legge 5/02/1992, n. 104).

Il colloquio orale è così strutturato:

  1. progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche e di esempi di utilizzo pratico delle TIC, secondo quanto previsto dall’allegato A al D.M. n.201/2020;
  2. accertamento della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

La prova orale è valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

 Purtroppo i quadri di riferimento pubblicati dal Ministero non contengono indicazioni circa la tempistica di estrazione delle tracce delle prove orali e pratiche, tanto che stiamo già registrando, su segnalazione dei lavoratori, scelte difformi tra le diverse regioni. Una circostanza che nell'ambito di un concorso nazionale non dovrebbe avvenire.