Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Rapporto di Autovalutazione (RAV): incontro al MIUR

Rapporto di Autovalutazione (RAV): incontro al MIUR

Il MIUR propone il riallineamento con la durata del Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

05/05/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è svolto ieri, 4 maggio 2016, l’incontro presso la Direzione degli ordinamenti sulle problematiche connesse al disallineamento tra le procedure di valutazione previste dal DPR 80/13 “Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione”, regolate dalla Direttiva 11/14 e relative al triennio 2014-2016 e la triennalità dei Piani dell’Offerta Formativa (PTOF), con relativa definizione degli organici, che riguarda il periodo 2016-2018.

In base alla tempistica prevista dalla Direttiva 11/14 la procedura di valutazione si dovrebbe concludere nell’anno scolastico 2016/2017 con la rendicontazione sociale. Con la finalità di riallineare tale tempistica con le norme sul Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) che prevedono la vigenza dall’a.s. 2016/17 all’a.s. 2018/19, il MIUR con nota 4153 del 15 aprile 2016 ha fornito indicazioni per la riapertura e l’aggiornamento del Rapporto di Autovalutazione (RAV) 2015/16 (vedi correlato).

Il MIUR nell’incontro del 4 maggio ha proposto di far coincidere la rendicontazione sociale, con la scadenza del PTOF nell’a.s. 2018/19. Di conseguenza nell’a.s 2016/17 si riavvierebbe il processo di valutazione con la compilazione del RAV, attraverso l’emanazione di una nuova Direttiva ministeriale. Il RAV dovrebbe essere rivisto, anche alla luce delle novità introdotte dalla Legge 107/15 (Piano Nazionale Scuola Digitale, Alternanza Scuola Lavoro, ecc.), e reso più agile ed essenziale.

La FLC CGIL, nel condividere il riavvio del procedimento di valutazione previsto dal DPR 80/13, ha chiesto che venga attivato al più presto un forte e stabile confronto con le scuole e le organizzazioni sindacali nel processo di modifica della struttura e dei contenuti del RAV.

Infine, l’Amministrazione ha informato i sindacati che visto il ritardo nella definizione del campione di scuole nelle quali sperimentare il RAV infanzia allegato nota 829 del 27 gennaio 2016, il prossimo anno scolastico non sarà possibile la compilazione generalizzata del format.