Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Retribuzioni personale della scuola: caricate le somme entro il 13 ottobre

Retribuzioni personale della scuola: caricate le somme entro il 13 ottobre

Per consentire le emissioni di NoiPA il MIUR ha caricato le somme sui POS per le retribuzioni arretrate e sta procedendo con la liquidazione degli stipendi di settembre.

02/10/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Oggi 2 ottobre 2014, alla fine dell’incontro di sottoscrizione dell’Intesa sulle economie del MOF a.s. 2013/2014, su nostro sollecito, il Ministero ci ha dato le seguenti informazioni:

Caricamento somme per retribuzioni supplenze

La Direzione del Bilancio ci ha informati di aver già fatto il caricamento delle somme necessarie sui POS delle scuole per pagare le retribuzioni arretrate ai supplenti.

Avevamo dato notizia sul nostro sito, che NoiPA era intervenuta con una emissione speciale e due urgenti per il mese di ottobre.

Il caricamento delle liquidazioni pregresse da parte del Ministero faceva seguito alla rilevazione di agosto, per la quale mancava la risposta di 528 scuole (occorreva dare risposta anche se negativa). Dopo il sollecito e la proroga dell’apertura delle funzioni, il MIUR ha proceduto al caricamento delle somme necessarie, per tutte quelle scuole che avevano dato una risposta.

Il 13 ottobre è anche la scadenza per il pagamento delle retribuzioni del mese di settembre e l’Amministrazione ci ha informati di aver scaricato oggi tutti i contratti pervenuti, per poter proseguire a fare le assegnazioni delle somme necessarie sui POS.

Dietro nostro sollecito, il Ministero si è impegnato a verificare ogni 15 giorni i contratti caricati, per dare con regolarità alle scuole le somme esattamente corrispondenti alle necessità.

Problemi di ritardo potrebbero verificarsi sui tempi tecnici di UCB (Ufficio Centrale di Bilancio) per le relative registrazioni e autorizzazioni.

La FLC CGIL continuerà a seguire da vicino la questione delle retribuzioni del personale supplente, che ormai da due anni non riscuote tempestivamente i propri emolumenti mensili a causa dei caotici meccanismi di controllo e della continua penuria di risorse.