Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Ricostruzioni di carriera dal 2011: perché vengono bloccate?

Ricostruzioni di carriera dal 2011: perché vengono bloccate?

Alcune Ragionerie Territoriali dello Stato bloccano le ricostruzioni di carriera dando un'interpretazione errata e difforme della manovra Tremonti. Per la FLC CGIL un comportamento illegittimo. Per l'assistenza legale ci si può rivolgere alle nostre strutture locali.

21/11/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Alcune Ragionerie Territoriali si rifiutano di registrare i provvedimenti di ricostruzione della carriera dei neo immessi in ruolo, adducendo che non contemplano il blocco degli scatti di anzianità per il personale confermato in ruolo a decorrere dall'1 gennaio 2011 e il riconoscimento della progressione di carriera con effetti economici posticipati all'esercizio 2014.

Questo sta accadendo anche nel caso dei neoconfermati in ruolo a decorrere dall'1 gennaio 2011 (ad es. Assistenti amministrativi e Assistenti tecnici mobilità professionale) le note di queste Ragionerie ribadiscono che la decorrenza giuridica della nomina in ruolo è del tutto irrilevante e le modifiche su SIDI non hanno mutato nulla circa il riconoscimento degli effetti economici della progressione economica a decorrere dall'esercizio 2014. In questi casi i decreti di ricostruzione prodotti mediante SIDI sono stati restituiti alle scuole poiché non conformi alla normativa.

Che fare?