Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Riforma degli istituti tecnici e professionali: la FLC CGIL chiede l'avvio del gruppo di lavoro assicurato dal Ministro Bianchi

Riforma degli istituti tecnici e professionali: la FLC CGIL chiede l'avvio del gruppo di lavoro assicurato dal Ministro Bianchi

Alla vigilia del varo di una riforma di cui si ignorano i contorni, urgente dare seguito all'impegno di uno specifico tavolo di lavoro.

23/09/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

La FLC CGIL ha inoltrato il 23 settembre 2021 una nota indirizzata al Ministro Bianchi per chiedere l'avvio del gruppo di lavoro che, su richiesta della nostra organizzazione, aveva assicurato prima dell'avvio della riforma degli istituti tecnici e professionali. Si tratta di uno degli obiettivi previsti dal PNRR per la scuola secondaria di secondo grado con l’espressa finalità di allineare i curricula di questi istituti alla domanda di competenze che proviene dal tessuto produttivo del Paese.

Durante l'incontro del 26 agosto 2021, il Ministro accogliendo la richiesta della FLC CGIL, si è impegnato a costituire un gruppo di lavoro presso la sua segreteria tecnica per avviare una discussione approfondita e propositiva sul tema.

In considerazione della complessità del tema, che si propone di riformare oltre ai tecnici anche il settore della scuola secondaria già interessato dal recente riordino degli istituti professionali varato con il dl 61/2017, consideriamo indispensabile che l'ennesima riforma non ricada sulle scuole senza alcun confronto. 

Non pare utile procedere a continui cambiamenti a distanza di quattro anni dall’avvio dei nuovi ordinamenti, tra l'altro con l’espressa volontà di allineare i curricula alla domanda di competenze che proviene dal tessuto produttivo. 

La FLC CGIL ritiene opportuno che sia modificata tale dichiarata subalternità culturale della scuola all’impresamentre sarebbe indispensabile il rilancio delle figure tecniche e professionali, nell'ambito di una complessiva riforma della scuola secondaria di II grado.

Pertanto, consideriamo necessaria la fase di confronto che il Ministro Bianchi ha assicurato mediante la costituzione del gruppo di lavoro e rimaniamo in attesa dell'avvio di un percorso che assicuri alla futura riforma la necessaria condivisione con il mondo della scuola. 

________________________

Roma, 23 settembre 2021

Al Ministro dell’Istruzione
Prof. Patrizio Bianchi

Oggetto: Riforma degli istituti tecnici e professionali – Richiesta di incontro.

La scrivente O.S., relativamente all'oggetto, con riferimento alla richiesta, già avanzata e accolta durante l’incontro del 26 agosto u.s., di costituzione di gruppi di lavoro presso la segreteria tecnica del Ministro, dedicati in particolare alla riforma degli istituti tecnici e professionali, richiede un incontro finalizzato all’apertura dei lavori.

Distinti saluti.

Francesco Sinopoli
Segretario Generale FLC CGIL