Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Rinnovo degli inventari. La FLC chiede la modifica della circolare Miur

Rinnovo degli inventari. La FLC chiede la modifica della circolare Miur

Inviata una lettera al Capo Dipartimento e al Direttore generale del Ministero dell'Istruzione.

06/12/2011
Decrease text sizeIncrease  text size

La circolare Ministero dell'Istruzione sul rinnovo degli inventari rappresenta un modo di rapportarsi alle scuole, ai docenti, al personale ATA ed ai dirigenti scolastici inaccettabile ed autoritario.

Coerentemente con quanto annunciato nella precedente notizia, abbiamo chiesto formalmente la modifica della circolare.

__________________

Roma, 5 dicembre 2011

Al Capo Dipartimento per la programmazione
e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Dott. Giovanni Biondi

E p.c.   Al Direttore generale per la politica finanziaria e per il bilancio
Dott. Marco Ugo Filisetti

Oggetto: Circolare Inventari

Egregio Dott. Biondi

Le segnaliamo l’estremo disagio con il quale è stata accolta nelle scuole l’ultima circolare della Direzione Bilancio di codesto ministero sul rinnovo degli inventari.

Pur avendo tale adempimento carattere di obbligatorietà. l’approccio e il tono della circolare, nel suo carattere dirigistico, la fa apparire come l’ennesima “molestia burocratica” ; l’occasione è utilizzata oltretutto per fare un’ennesima ed  inaccettabile invasione dell’autonomia contrattuale dei dirigenti scolastici e delle RSU nelle scuole. La parte della circolare nella quale  si sostiene che le attività per la revisione degli inventari non potrebbero trovare considerazione nella contrattazione integrativa costituisce una indicazione che respingiamo. Non attiene infatti alle competenze del MIUR stabilire nel merito ciò che costituisce differenziazione dei carichi di lavoro o aggravio o maggiore responsabilità e nemmeno il MIUR può dettare limiti alla autonoma determinazione dei dirigenti sull’utilizzo delle risorse finanziarie del fondo di istituto per rispondere alle necessità di funzionamento dei servizi amministrativi o organizzativi nella scuola.

Lo stile ed  il merito della circolare rappresentano un modo di rapportarsi alle scuole, ai docenti, al personale Ata ed ai dirigenti scolastici inaccettabile ed autoritario. Un modo che deve cambiare perché non è conforme alle norme di legge e contrattuali e perché e estraneo ad un corretto rapporto fra il MIUR e le scuole.

Le chiediamo la rettifica immediata della circolare nel punto indicato.

Cordiali saluti
FLC CGIL