Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Schema di Decreto di aggiornamento delle GAE docenti: il parere del CSPI

Schema di Decreto di aggiornamento delle GAE docenti: il parere del CSPI

Il Consiglio si è espresso sulla proposta di aggiornamento delle graduatorie dei docenti e più in generale sull’esigenza di garantire un piano straordinario di immissioni in ruolo per coprire tutti i posti vacanti da settembre 2019.

19/04/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, nella riunione plenaria svoltasi il 17 aprile 2019, ha espresso a larghissima maggioranza il proprio parere favorevole sullo schema di decreto di aggiornamento delle GAE per il triennio 2019-2022.

Il CSPI, oltre ad alcune osservazioni di merito, ha raccomandato un’ampia diffusione della procedura di aggiornamento e di prevedere tempi congrui per la presentazione della domanda per consentire a tutti gli interessati di poter partecipare alla procedura.

Il CSPI, inoltre, ha colto l’occasione per evidenziare come questa operazione di aggiornamento delle graduatorie dei docenti non risolve il problema dei vuoti di organico che si verificheranno ad inizio anno scolastico per effetto di concomitanti interventi (come i pensionamenti per quota 100).

Il CSPI, pertanto, raccomanda l’adozione di un provvedimento transitorio che consenta una fase straordinaria di immissione in ruolo da tutte le graduatorie (GAE e graduatorie dei concorsi 2016 e 2018) a partire dall’ 1 settembre 2019.

L’auspicio è che, in attesa che vengano espletati i concorsi per docenti e DSGA, si avvii una fase transitoria di stabilizzazione per il personale precario abilitato o con 36 mesi di servizio della terza fascia, compresi gli amministrativi facenti funzione, individuando le misure necessarie per coprire tutti i posti che si renderanno liberi già a settembre 2019.