Filo diretto sul contratto

Home » Scuola » Scuola non statale » Ecole Francaise: la trattativa sul rinnovo del Contratto procede a passi spediti

Ecole Francaise: la trattativa sul rinnovo del Contratto procede a passi spediti

Accolta la nostra richiesta di ripristinare l'orario per il personale della Biblioteca fino alle 19,00. Il resoconto della riunione del 6 febbraio 2018.

07/02/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Il previsto incontro con la delegazione dell'Ecole, le RSA e la FLC CGIL si è caratterizzato per un "lento avvicinamento" delle posizioni rispetto alle nostre richieste. Le  prime DUE priorità, dell'Ecole e la nostra, con la quale é iniziata la trattativa e sulle quali si è convenuto ad un sostanziale accordo, sono  state,  la modifica della Tabella dei profili ed il ripristino dell'orario di lavoro per i lavoratori della Biblioteca. Sulle altre questioni, pure importanti, le posizioni sono ancora lontane, ma non dubitiamo si possano fare passi in avanti con il buon senso e la responsabilità di tutte le parti concorrenti.

Forti delle richieste, supportate  anche dal personale nel corso dell'assemblea di ieri, abbiamo posto al tavolo il tema delle mansioni e della necessità di pervenire ad un vero e proprio "mansionario", per una migliore e più efficiente organizzazione del lavoro, nonché per una valorizzazione delle professionalità interne improntate sulla trasparenza. Il tema del mansionario si lega anche alla tabella dei profili e dei passaggi di posizioni (art 1 e 2); in questo ambito abbiamo proposto anche di "finalizzare" l'entretien professionel attuato di prassi ogni 2 anni e che potrebbe essere riportato nel contratto e finalizzato ad una vera e propria valutazione delle attività ai fini dei passaggi di posizione.

Per quanto riguarda il tema delle relazioni sindacali,  abbiamo proposto di inserire momenti  di informazione preventiva e di consultazione con le RSA e le organizzazioni sindacali sulle materie che riguardano le assunzioni del personale e organizzazione del lavoro. Abbiamo espresso forte contrarietà all'introduzione del contratto a chiamata, al limite  solo per le figure di portiere/accoglienza. Analogamente sugli importi del 2° scatto di anzianità  abbiamo contestato la riduzione  del 35%: su questo abbiamo chiesto di fare tutti gli sforzi possibili per finanziare lo scatto, mantenendo almeno lo stesso importo. 

Sul "Premio Verde" (Trasporti/Assicurazione sanitaria complementare) l'Ecole pur apprezzando la proposta ha posto questioni di finanziamento che con tutta probabilita non consentiranno il suo accoglimento. Ciò detto nel valutare ancora "aperto il confronto" su questi temi, ci aspettiamo che l'Ecole faccia tutti gli sforzi per accogliere le nostre proposte, tenuto conto anche della "numerosa e attiva partecipazione" del personale all'Assemblea di ieri, nonché dell'alto tasso di sindacalizzazione, che se da una parte ci inorgoglisce,  dall'altro ci carica di responsabilità per le tante aspettative che i lavoratori ripongono in questo rinnovo del contratto.

La FLC CGIL, insieme alle RSA, è impegnata a tenere alta l'attenzione su tutte le questioni per tutelare nel miglior modo possibile gli interessi di tutti i lavoratori. Il prossimo incontro è stato fissato per il 23 febbraio, con l'impegno di chiudere il contratto prima possibile e di far decorrere il nuovo orario di lavoro per la Biblioteca a partire dal lunedì 5 marzo prossimo.