Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Mobilità estero per estero: è stallo

Mobilità estero per estero: è stallo

Ancora non si sblocca il meccanismo dei trasferimenti all'estero.

27/06/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

L'incontro del 23 giugno scorso, ancora una volta, non ha portato a nessun risultato in tema di mobilità all'estero.

Il MAE infatti non ha ancora preso posizione sulle due questioni fondamentali in discussione:

  • il numero di posti da rendere disponibili per i trasferimenti
  • le eventuali modifiche alla tabella dei punteggi.

La FLC CGIL ha ribadito le proprie richieste, in accordo con gli altri sindacati:

  • tutti i 145 posti vacanti devono essere resi disponibili per la mobilità
  • nessuna modifica in itinere alla tabella dei punteggi.

Il MAE si è riservato di decidere nei prossimi giorni che posizione assumere. Nel corso dell'incontro l'amministrazione ci ha anche informato che il decreto sul contingente non è ancora stato firmato e che contiene il numero delle nomine dall'Italia autorizzate per il prossimo anno scolastico: saranno 21, un numero largamente insufficiente a coprire le esigenze didattiche e organizzative delle istituzioni scolastiche all'estero.

Attendiamo le decisioni del MAE per esprimere le nostre valutazioni su tutta la questione.

Riportiamo di seguito il comunicato unitario a firma FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal, FGU Gilda, in riferimento all'incontro.

_____________________________________

Si è concluso con un niente di fatto l’incontro svoltosi nel pomeriggio del 23 giugno 2014 tra la delegazione di parte pubblica e le OO.SS. tenutosi al MAE, per la stipula di ipotesi di CCNI sulla mobilità del personale docente e Ata in servizio presso le istituzioni all’Estero.

Dopo un lungo e ampio confronto sull’articolato del contratto, si sono riscontrate profonde divergenze sul numero di posti messi a disposizione dall’Amministrazione per i trasferimenti, estremamente residuali rispetto a quelli vacanti e disponibili.

Pertanto la seduta è stata aggiornata a data da definire e comunque entro la prima decade di luglio.