Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Scuole e corsi italiani all’estero: sottoscritto il CCNI per le risorse MOF a.s. 2019/2020

Scuole e corsi italiani all’estero: sottoscritto il CCNI per le risorse MOF a.s. 2019/2020

Il MOF per le scuole ed i corsi italiani all'estero tornano ad essere contrattati. Soddisfazione della FLC CGIL.

25/11/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Lunedì 25 novembre, alla Farnesina, è stato sottoscritto il CCNI per il MOF 2019/20.

L’accordo definisce i criteri per la ripartizione delle risorse da attribuire alle scuole ed ai corsi italiani all’estero per l’attuazione del PTOF.

Si affermano:

  • la definizione dei criteri per la ripartizione dei fondi da distribuire nelle Istituzioni all’estero;
  • la responsabilità dell’autonomia delle Istituzioni italiane all’estero, ribadendo la centralità dell’azione del collegio dei docenti e della contrattazione di ogni singola istituzione nella progettazione e nella destinazione dei fondi alle singole attività;
  • la definizione dei criteri per la realizzazione delle attività che possono essere finanziate.

Il MOF prevede due finanziamenti:

  • fino a 60 funzioni strumentali per la realizzazione del PTOF (115 mila euro);
  • un fondo (849 mila euro) da attribuire ad ogni singola istituzione scolastica in proporzione al numero del personale MIUR in servizio (449 unità, docenti ed ATA, nelle scuole e nei corsi).

Con il fondo potranno essere retribuite attività aggiuntive di insegnamento e non, realizzate durante e anche al di fuori del tempo scuola.

Il testo prevede anche la possibilità di momenti di verifica per rimodellare la progettazione ridistribuendo risorse non spese a vantaggio di altre attività.

La FLC CGIL ha espresso la sua soddisfazione per il metodo e per il merito dell’accordo, perché supera, nelle relazioni sindacali, la precedente modalità dell’intesa sui criteri di ripartizione e del confronto sui criteri di utilizzo riportando all’interno della contrattazione i criteri per la realizzazione dei progetti e per la distribuzione delle risorse.

L’accordo raggiunto ha l’obiettivo di mettere subito a disposizione delle istituzioni scolastiche i fondi per la realizzazione delle attività programmate dal collegio dei docenti per la realizzazione del PTOF, ottimizzando l’uso delle risorse.