Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Scuole italiane all’estero: sottoscritto il contratto MOF 2020/2021

Scuole italiane all’estero: sottoscritto il contratto MOF 2020/2021

Confermati i criteri di ripartizione del CCNI con estensione dell’azione progettuale anche alle attività a distanza. Soddisfazione per l’efficacia dell’accordo precedente che ha dimezzato le economie.

17/12/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Giovedì 17 dicembre 2020 è stato sottoscritto il CCNI MOF 2020/21.

L’accordo definisce i criteri per la ripartizione delle risorse da attribuire alle scuole ed ai corsi italiani all’estero per l’attuazione del PTOF.

Si conferma la centralità del ruolo degli organi collegiali e della contrattazione di ogni singola istituzione nella progettazione e nella destinazione dei fondi alle singole attività;

Il contratto definisce in modo esaustivo i criteri per la realizzazione delle attività che possono essere finanziate, comprendendo nei suoi effetti anche le attività svolte a distanza.

Il MOF prevede due finanziamenti:

  • fino a 60 funzioni strumentali per la realizzazione del PTOF (115 mila euro);
  • un fondo (849 mila euro) da attribuire ad ogni singola istituzione scolastica in proporzione al numero del personale MI in servizio (425 unità, docenti ed ATA, nelle scuole e nei corsi).

Con il fondo potranno essere retribuite attività aggiuntive di insegnamento e non, realizzate durante e anche al di fuori del tempo scuola, anche a distanza.

Il testo prevede la possibilità di momenti di verifica per rimodellare la progettazione ridistribuendo risorse non spese a vantaggio di altre attività.

La FLC CGIL ha espresso la sua soddisfazione per l’efficacia dell’accordo precedente che, a fronte anche della crisi pandemica che ha ridotto le attività delle scuole, dei corsi e dei lettorati, ha garantito una migliore razionalizzazione delle risorse per la realizzazione dei progetti e per la distribuzione delle risorse, generando dei residui quasi dimezzati rispetto allo scorso anno (sono tornati al MI circa 560 mila euro rispetto a quasi il milione degli anni precedenti).

L’accordo raggiunto mette subito a disposizione delle istituzioni scolastiche i fondi per la realizzazione delle attività programmate dal collegio dei docenti per la realizzazione del PTOF.

Pubblicheremo il testo appena disponibile.