Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Sintesi del seminario del 16 novembre 2007 a Firenze nell’ambito del Piano nazionale “ATA, un lavoro importante” Anno II

Sintesi del seminario del 16 novembre 2007 a Firenze nell’ambito del Piano nazionale “ATA, un lavoro importante” Anno II

Tema del seminario di approfondimento: Il programma annuale delle istituzioni scolastiche e la gestione dei flussi finanziari

20/11/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è tenuto venerdì 16 novembre scorso a Firenze un seminario di approfondimento organizzato da Proteo Fare Sapere Firenze, in collaborazione con la FLC Cgil provinciale comparto Dirigenti Scolastici sul tema: “ Il programma annuale delle istituzioni scolastiche e la gestione dei flussi finanziari”

Il tema di stretta attualità ha visto un’altissima partecipazione, oltre cento persone. Gli organizzatori sono stati costretti a rifiutare richieste di partecipazione di Dirigenti scolastici, Direttori e Assistenti amministrativi provenienti da Venezia, Milano, Reggio Emilia e perfino da Catania.

Questo ha indotto il Comparto Dirigenti Scolastici, direttamente coinvolto nell’iniziativa, a riproporre un analogo seminario il giorno 27 novembre a Viareggio.

Ha aperto i lavori Vanna Galassi Presidente di Proteo Fare Sapere Firenze illustrando le ragioni del seminario e mettendo l’accento sul fatto che l’iniziativa si inserisce in un piano di formazione nazionale per il personale ATA.

Sono seguite le relazioni di Paola Conti di Proteo Fare Sapere Firenze che ha affrontato l’argomento da un punto di vista tecnico, centrando in particolare l’attenzione sugli aspetti normativi ed esperienziali e di Anna Maria Santoro del Centro Nazionale FLC Cgil che ha rappresentato il punto di vista politico e del sindacato.

Paola Conti nella sua relazione si è soffermata ad illustrare la nuova normativa, rispondendo ai tanti dubbi e problemi che le segreterie incontrano tutti i giorni.Ha voluto soprattutto fermare l’attenzione sul fatto che “Il programma annuale, cioè il bilancio di previsione, è il documento contabile che permette di elaborare in chiave operativa gli obiettivi di ampliamento dell’offerta formativa perseguiti dalla singola scuola. Per questo motivo non va considerato solo uno strumento tecnico in cui si elencano le entrate e le uscite, ma diviene il documento - politico finanziario - della scuola”.

Anna Maria Santoro ha acceso i riflettori su una situazione che rischia di portare le istituzioni scolastiche alla paralisi. La sua affermazione “La situazione finanziaria delle scuole è ben lontana dalla normalità. Lo stato di confusione e di incertezza è tale da non consentire neanche la chiusura dell’esercizio finanziario 2007” ha rappresentato il sentire comune di tutti gli operatori della scuola presenti.

Il vivace dibattito che ne è seguito si è focalizzato sulle diverse contraddizioni da risolvere: la richiesta di maggiore trasparenza e chiarezza; la necessità di un ripensamento di alcune norme generali, come la legge 440/97, e di interventi per ripianare i debiti delle scuole.

Su questo punto Anna Maria Santoro ha replicato che la FLC proporrà un emendamento al d.d.l. sulla finanziaria 2008 per l’istituzione di un fondo ad hoc.

Non sono mancati suggerimenti e richieste di approfondimento su questo e altri problemi amministrativi e organizzativi della scuola.

Tutto ciò dimostra che c’è una grande domanda di formazione in servizio e la FLC Cgil e Proteo Fare Sapere hanno saputo recepire questo bisogno e stanno rispondendo con proposte di alto profilo informativo e formativo.

Roma, 20 novembre 2007