Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Stabilizzazione precari: dopo mesi di propaganda adesso si rinvia tutto

Stabilizzazione precari: dopo mesi di propaganda adesso si rinvia tutto

Siamo pronti alla mobilitazione e a proseguire con le nostre azioni legali in difesa di tutti precari

03/03/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

E' assurdo pensare che sulle immissioni in ruolo dei precari si possa procedere con un disegno di legge. Dopo aver sbandierato per mesi la stabilizzazione di 150 mila precari, cambiando continuamente idea sul numero e sui precari da assumere, adesso si rinvia tutto.

Non si è voluto discutere con le Organizzazioni sindacali un piano serio per stabilizzare tutto il precariato della scuola nel rispetto della sentenza della Corte di Giustizia Europea, sentenza che definisce illegittimo l'uso prolungato dei contratti a termine in tutti i comparti della conoscenza e che non può essere stravolta e aggirata.

Non c'è più tempo da perdere se si vogliono fare le assunzioni a settembre. Su tutte le altre materie è opportuno prevedere un disegno di legge che coinvolga le scuole, i territori, le forze sociali e il parlamento. Ma se i contenuti dovessero essere quelli che circolano in queste ore ci troveremmo di fronte a un ulteriore attacco alla scuola della Costituzione, ai diritti dei lavoratori e a una evidente deriva aziendalista nelle scuole. La FLC CGIL è pronta a iniziative clamorose di mobilitazione e a proseguire con le vertenze legali per garantire la stabilizzazione di tutti i precari. Non accetteremo che la demagogia del Governo si scarichi sui lavoratori.