Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Stato di agitazione dirigenti scolastici Cgil Cisl Uil Scuola e Snals-Confsal

Stato di agitazione dirigenti scolastici Cgil Cisl Uil Scuola e Snals-Confsal

CGIL CISL UIL e SNALS-CONFSAL , nell’ambito della generale mobilitazione contro i tagli delle risorse alla scuola pubblica statale e per la valorizzazione di tutto il personale, dichiarano lo Stato di agitazione dei Dirigenti Scolastici.

12/12/2002
Decrease text sizeIncrease  text size

Le Segreterie Nazionali dei Sindacati Scuola CGIL CISL UIL e SNALS-CONFSAL , nell’ambito della generale mobilitazione contro i tagli delle risorse alla scuola pubblica statale e per la valorizzazione di tutto il personale della scuola, d’intesa con i rispettivi Coordinamenti dei Dirigenti Scolastici, dichiarano lo Stato di agitazione dei Dirigenti Scolastici.

Lo stato di agitazione è motivato dalle rivendicazioni specifiche della V Area dirigenziale, essendo i Dirigenti Scolastici in attesa del rinnovo del Contratto scaduto il 31 dicembre 2001, per il quale non è stato ancora disposto il relativo Atto di indirizzo né previsto alcuno stanziamento nella Legge Finanziaria finalizzato all’equiparazione retributiva alle rimanenti Dirigenze dello Stato.

Roma, 12 dicembre 2002

Segue il testo di notifica dello stato di agitazione e dell'avvio delle procedure di conciliazione inviato al MIUR, al Ministero della Funzione Pubblica e al Ministero del Lavoro
________________________________________________

CGIL Scuola - CISL Scuola - UIL Scuola - SNALS/Confsal

Roma, 11 dicembre 2002

Prot. N° 3211

Al Capo di Gabinetto del
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Viale Trastevere 76/A – Roma

e p.c. Al Capo di Gabinetto del
Dipartimento della Funzione Pubblica
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Corso Vittorio Emanuele II, 118 – Roma

Al Capo di Gabinetto del
Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali
Via Flavia, 6 – Roma

Oggetto: Proclamazione dello stato di agitazione dei Dirigenti Scolastici e richiesta esperimento procedura di conciliazione.

Le Segreterie Nazionali dei Sindacati Scuola CGIL CISL UIL SNALS-CONFSAL, nell’ambito della generale mobilitazione contro i tagli delle risorse alla scuola pubblica statale e per la valorizzazione di tutto il personale della scuola, d’intesa con i rispettivi Coordinamenti dei Dirigenti Scolastici, dichiarano lo Stato di agitazione dei Dirigenti Scolastici, ai sensi dell’art. 2, comma 2, della legge 146 del 12/6/1990, come modificata dalla legge 83/2000.

Lo stato di agitazione è motivato dalle rivendicazioni specifiche della V Area dirigenziale, essendo i Dirigenti Scolastici in attesa del rinnovo del Contratto scaduto il 31 dicembre 2001, per il quale non è stato ancora disposto il relativo Atto di indirizzo né previsto alcuno stanziamento nella Legge Finanziaria finalizzato all’equiparazione retributiva alle rimanenti Dirigenze dello Stato.

Si richiede, pertanto, l’esperimento della procedura conciliativa prevista dalla citata legge.

Si rimane in attesa di riscontro