Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Tavolo tecnico: parte la sperimentazione su pagamento supplenze. Ricognizione mirata sui residui attivi

Tavolo tecnico: parte la sperimentazione su pagamento supplenze. Ricognizione mirata sui residui attivi

Rispettato l’impegno di avviare la sperimentazione da aprile. Finalmente una vera ricognizione sui residui attivi derivanti da somme non erogate dal MIUR per il personale.

13/04/2015
Decrease text sizeIncrease  text size

Come da convocazione, alla presenza del Direttore Generale delle Risorse Umane e Finanziare, Dott. Jacopo Greco, si è svolto lunedì 13 aprile l’incontro di Tavolo Tecnico sulle semplificazioni amministrative e su rapporto MIUR/Scuole con all’ordine del giorno:

  • residui attivi e passivi
  • sperimentazione del pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF:
  • aggiornamento pagamenti in corso

Residui attivi vantati dalle scuole. Il Dott. Greco ha informato che è stata predisposta una scheda di rilevazione mirata sui residui attivi e corrispondenti passivi, relativi solo alle somme anticipate dalla cassa scolastica per far fronte a fondi non erogati dal MIUR per pagamento stipendi e retribuzioni accessorie del personale (supplenze, esami di stato, terza area professionale, ore eccedenti ecc), in due diversi modelli: uno per il periodo 2001-2007 in forma aggregata e l’altro per il periodo 2007-2012 per annualità. Il tempo della rilevazione andrà dal 20 aprile all’ 11 maggio 2015. Si chiederà anche il dato relativo alle economie risultanti al momento della rilevazione.

Sperimentazione del pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF. La sperimentazione è sul punto di partire. Le scuole scelte sono state selezionate su base volontaria e sono sufficientemente diffuse sul territorio e fra i vari ordini scolastici.
Il Direttore Generale ha voluto informare che nel DDL sulla scuola è previsto l’incremento di 126 milioni di euro per il funzionamento amministrativo e didattico (fermi restando gli ulteriori 25 milioni a regime dal 2016), così come ha ricordato che i lavori per la revisione del DM 44/2001 sul Regolamento di contabilità stanno proseguendo tanto che la prossima riunione dello specifico Gruppo è prevista per la fine di questo mese. Sta, inoltre, andando avanti il progetto “Io Conto”, bandito nel dicembre 2013, e per il quale a metà maggio si svolgerà un incontro a Roma di circa 150 fra dirigenti scolastici e DSGA a fini formativi con la collaborazione della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione.

Pagamenti in corso. L’Amministrazione ha comunicato che sono stati lavorati: gli acconti relativi ai BES e alle CLIL e all’alternanza scuola lavoro, il saldo 2014 di Scuole belle, i fondi per i CoCoCo per il periodo gennaio agosto 2015, i fondi per le pulizie per il periodo gennaio maggio 2015, l’integrazione dei fondi del DL 104/2013 (Carrozza) sulla dispersione scolastica, e, infine, le economie del FIS e dei 4/12 2014. Il tutto è in attesa di approvazione dell’UCB (Unità Contabile Centrale del MEF presso il MIUR).

Abbiamo espresso il nostro apprezzamento circa il rispetto degli impegni assunti nelle precedenti sedute di tavolo tecnico su queste due cruciali questioni che noi abbiamo sollevato ormai da molti anni: da un lato la restituzione dei crediti vantati dalle scuole per mancate erogazioni di fondi da parte del MIUR negli anni che vanno dal 2001 al 2012 con conseguenti anticipi di cassa da parte delle scuole; dall’altro lo spostamento a carico del MEF del pagamento delle supplenze, previa sperimentazione da condurre fra aprile e giugno 2015 con l’intenzione di aprire l’anno scolastico 2015-2016 con il nuovo regime. Su nostra sollecitazione, è stato peraltro precisato che entro questa settimana saranno inviati gli elenchi delle scuole ai Servizi informativi e a NoiPa. L’invio degli elenchi è l’atto preliminare all’avvio della sperimentazione stessa.

Circa l’incremento dei fondi di funzionamento non possiamo che apprezzare questo dato. Quando e se avverrà, sarà sempre molto in ritardo rispetto alla bisogna delle scuole che senza fondi non possono esercitare una reale autonomia. Peraltro, non da ora, abbiamo posto il problema di rivedere anche i criteri della distribuzione dei fondi che ormai vanno aggiornati, risalendo essi al DM 2172007. In questo senso come organizzazione sindacale faremo pervenire all’Amministrazione le nostre proposte di revisione.

Per quanto riguarda i fondi che verranno trasferiti alle scuole abbiamo lamentato le lungaggini dei controlli che assillano le istituzioni scolastiche mettendole in difficoltà, ove si pensi che tutte le somme sopra elencate attendono il visto del MEF che chissà quando avverrà. E ove, anche, si pensi all’irrazionalità del meccanismo che sottrae alle scuole le economie a dicembre per restituirgliele ad anno scolastico quasi compiuto. Meccanismi inefficienti che vanno assolutamente rivisti.

Sono state sollevate e poste all’attenzione dell’Amministrazione due ulteriori problematiche: da un lato l’assenza di Contratto integrativo per distaccati e comandati relativi all’anno 2012 -2013 e 2013-2014, dall’altro l’assenza di somme per retribuire i supervisori di tirocinio nella regione Campania, essendo stati improvvidamente restituiti al MIUR dall’USR di quel territorio. L’Amministrazione ha manifestato l’intenzione di approfondire e affrontare i due punti nel più breve tempo possibile.

La seduta, con all’ordine del giorno la costruzione dello sportello di aiuto (Help Desk) e il Mercato elettronico, è stata aggiornata al 5 maggio. In quella sede si farà la verifica dell’andamento delle questioni trattate nella seduta odierna.