Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » TFA ordinario: pubblicata la nota di chiarimenti

TFA ordinario: pubblicata la nota di chiarimenti

Una nota congiunta che risponde, almeno in parte, alle numerose sollecitazioni di chiarimenti.

04/03/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

Come avevamo annunciato è stata pubblicata la nota congiunta di chiarimenti sul TFA ordinario che dovrebbe garantire un comportamento omogeneo da parte delle Università. La nota 549/13 è firmata dal Capo Dipartimento per l'Istruzione e dal Capo Dipartimento per l'Università e l'AFAM.

Durata dei percorsi di tirocinio
Viene chiarito che va rispettata la riduzione dei crediti per chi ha maturato almeno 360 giorni di servizio, ribadita la possibilità di svolgere il tirocinio nella scuola di servizio e che le Università possono riconoscere, secondo le regole previste, ulteriori crediti formativi e/o culturali a chi ne fosse in possesso. Si precisa quali siano le attività utili per il tirocinio e che tutte le attività dovrebbero concludersi entro il corrente anno scolastico.

Incompatibilità
Viene data indicazione alle Università di consentire la sospensione dei corsi di Dottorato e dei percorsi di Laurea in considerazione della impossibilità di congelare il TFA (salvo in caso di maternità o gravi malattie). Viene anche chiarito che le attività di ricerca o di insegnamento presso le Università non sono incompatibili con la frequenza del TFA.

Scorrimento delle graduatorie degli aspiranti
Viene chiarito che in caso di rinuncia (per opzione o per altri motivi) di un aspirante ammesso al TFA è possibile effettuare la surroga. Viene anche data indicazione per l'eventuale rimborso a coloro che avessero versato le tasse di un corso TFA e successivamente siano stati ammessi ad altro per il qule hanno deciso di optare.

Congelati SSIS
La norma che consente l'accesso ai TFA in soprannumero dei "congelati SSIS" è da considerarsi permanente quindi varrà anche per i prossimi anni accademici.

Livello B2 in  lingua inglese
Viene chiarito, come già indicato nelle FAQ, che per i corsi di TFA ordinario non è richiesto il raggiungimento del livello B2 in lingua inglese.

Problemi organizzativi
Vengono fornite indicazioni per le eventuali convenzioni tra atenei nei casi di numero limitato di corsisti.

Il Decreto sui Tutor coordinatori/organizzatori deve ancora concludere il suo iter: per garantire la rapida attivazione dei tirocini si demanda ai Direttori Regionali la possibilità di individuare propri rappresentanti che in via transitoria garantiscano le attività di individuazione delle sedi e dei docenti tutor.

Si invitano le università a organizzare i corsi in modo da garantire la possibilità di poterli svolgere anche in costanza di un rapporto di lavoro.