Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » V ciclo TFA sostegno: a distanza anche la prova “pratica”

V ciclo TFA sostegno: a distanza anche la prova “pratica”

Il MUR ha autorizzato le Università che devono ancora svolgere il secondo step del percorso di ammissione ad effettuare a distanza la prova pratica.

02/12/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Con il decreto ministeriale 858 del 18 novembre 2020, il Ministero dell’Università e della Ricerca ha consentito lo svolgimento della prova orale per l’accesso ai percorsi di accesso al conseguimento del titolo di sostegno anche con modalità a distanza, senza affrontare la questione delle Università che devono ancora svolgere la prova scritta. Gli atenei interessati, con la nota 3993 del 19 novembre 2020, hanno pertanto chiesto di estendere la disposizione a tutte le prove, in modo da poter concludere le procedure di selezione.

Ai sensi del DM 30 settembre 2011, che detta la disciplina dei criteri e modalità per lo svolgimento dei predetti corsi e prevede che il secondo step della selezione debba consistere in “una o più prove scritte ovvero pratiche”, il MUR, con la nota 33310 del 27 novembre 2020, ha quindi autorizzato gli atenei ad organizzare la seconda prova “pratica” secondo modalità a distanza, avendo, l’accortezza di “uniformare la procedura tra le varie sedi per evitare trattamenti differenziati tra i candidati”.
I siti delle Università pubblicheranno gli aggiornamenti necessari.

Per quanto riguarda gli argomenti oggetto della prova, ricordiamo che la selezione deve comunque riguardare il programma previsto dal bando e non può discostarsi da esso.