Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Università » Afam - Vertenza precari personale tecnico e amministrativo

Afam - Vertenza precari personale tecnico e amministrativo

Proclamato lo stato di mobilitazione

14/10/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

Al Ministro dell’Istruzione dell’università e della Ricerca

Al Vice Ministro On. Giovanni Ricevuto

Al Capo di gabinetto

Al Direttore Generale dell’AFAM

FLC-CGIL CISL UNIVERSITA’ UIL AFAM CONFSAL SNALS

UNIONE ARTISTI UNAMS

Constatato che nonostante i numerosi incontri intercosi con l’Amministrazione e i vertici politici del MIUR aventi ad oggetto la stabilizzazione del personale tecnico-amministrativo in servizio nel comparto con contratto di lavoro a tempo determinato non si è ancora pervenuti ad alcuna assicurazione formale circa le modalità e i tempi per l’assunzione in ruolo del personale precario delle Istituzioni AFAM

Considerato che in detti incontri erano stati prefigurati interventi ad hoc in via d’urgenza per la risoluzione del problema rappresentato dal precariato del personale tecnico-amministrativo, non escluso la predisposizione di un apposito decreto legge

Considerato che l’assetto organizzativo delle Istituzioni del comparto è oggi sostenuto in gran parte da personale precario, per circa 900 unità, e che da anni detto personale assicura continuità, funzionalità, efficacia ed efficienza all’azione amministrativa delle Accademie e dei Conservatori;

Considerato che il personale tecnico-amministrativo precario oggi in servizio presso le Strutture AFAM è stato tutto assunto, in ragione delle diverse qualifiche e profili professionali, attraverso procedimenti di selezione pubblica ovvero di concorsi così come previsto dal D. Lgs n. 165/2001;

Preso atto dell’atteggiamento persistentemente negativo dell’ufficio legislativo del MIUR, il quale incomprensibilmente continua a perseverare nel non riconoscere a detto personale le giuste e sacrosante aspettative per la trasformazione dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato, in netto e stridente contrasto con quanto già posto in essere per il personale del comparto Scuola, attraverso l’emanazione di un decreto legge ad hoc

Considerato che nell’imminenza della emanazione della legge finanziaria e dei provvedimenti ad essa collegati è indispensabile che il Governo inserisca apposito emendamento che salvaguardi non solo le sopraccitate aspettative ma anche la funzionalità amministrativa delle Istituzioni

PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTATIVO DEL SETTORE AFAM

Qualora entro i tempi tecnici previsti per la presentazione di emendamenti alla finanziaria non pervengano dal MIUR formali e definitive assicurazioni sulla trasformazione degli attuali contratti a tempo determinato del personale tecnico amministrativo delle Istituzioni AFAM in contratti a tempo indeterminato, con decorrenza 1 gennaio 2006, si darà luogo ad iniziative di sciopero per la prima decade di novembre.

Roma, 14 ottobre 2005