Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » AFAM » AFAM: organico anno accademico 2014/2015

AFAM: organico anno accademico 2014/2015

Il Ministero richiede la programmazione per il prossimo anno accademico e invita a consolidare le piante organiche esistenti.

30/05/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Con la nota prot. 3321 del 29 maggio 2014 il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca invita le accademie e i conservatori di musica a deliberare entro il prossimo 20 giugno, le eventuali variazioni di organico.

L'Amministrazione, in coerenza con la nostra richiesta, ha fatto esplicita raccomandazione agli organi competenti di "limitare considerevolmente le variazioni di organico" al fine di poter procedere, una volta completato l'iter burocratico, ad assumere i docenti con riferimento all'anno accademico 2013/2014. Infatti, le nomine in ruolo che saranno assegnate a coloro che risultano utilmente collocati nelle graduatorie nazionali GNE, GET e ex Legge 143 avrebbero dovuto essere conferite a partire dal 1 novembre 2013 e se la burocrazia ha allungato i tempi, non si può certo arrecare ulteriore danno a chi è in attesa che gli venga riconosciuto un diritto acquisito da tempo.

Nella stessa nota, si informa che le cessazioni dei docenti, con effetto 31 ottobre 2014, e quindi riferite all'anno accademico 2014/2015 sono 97 e 21 quelle del personale amministrativo e tecnico.

Al momento non è ancora disponibile la mappa delle cessazioni, siamo in attesa di riceverla quanto prima insieme alle piante organiche di tutte le istituzioni.

Questa nota arriva in un momento di particolare e diffusa preoccupazione per vari e seri motivi: non attuazione della Legge 128/13, incertezza per i precari, non ricomposizione della governance ministeriale competente per l'AFAM, rallentamenti nell'azione amministrativa e annunci straordinari di rilancio del settore non supportati da concreti investimenti. Nessun accenno alla riforma, ai regolamenti che mancano, all'assetto della docenza, al rinnovo del contratto e alla mancata attuazione di quello vigente. 

Con linguaggio più crudo si potrebbe sintetizzare: basta parole, ci aspettiamo fatti e concretezza. L'autorizzazione delle 276 nomine in ruolo sono una prima risposta che accogliamo con favore ma è ancora insufficiente.

Segue testo della nota ministeriale.

_______________

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Dipartimento per l'Università l'Alta formazione artistica musicale e coreutica e la Ricerca
DIREZIONE GENERALE  ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA
Uff.III

Ai Direttori e ai Presidenti
dei Conservatori di musica, delle Accademie di belle arti,
delle Accademie nazionali di Danza e di Arte drammatica,
degli Istituti superiori per le industrie artistiche
LORO SEDI

e p.c.

Alle Organizzazioni  Sindacali
FLC CGIL, Cisl Università, Uil Rua, Confsal Snals, Unione Artisti Unams
LORO SEDI

Oggetto: Organico anno accademico 2014/2015 - Personale Docente, Amministrativo e Tecnico.

Come è noto la scrivente Direzione Generale è in attesa di ricevere l'autorizzazione alle assunzioni del personale docente richiesta con riferimento all'anno accademico 2013/14.
Al fine di consentire l'ordinato espletamento della predetta procedura che sembra oramai giunta ad una fase di imminente definizione, si reputa opportuno limitare considerevolmente le variazioni di organico che usualmente codeste Istituzioni deliberano in questo periodo dell'anno accademico  in considerazione anche del fatto che risulta ormai completato il riordino dei settori scientifico-disciplinari e la definizione dei nuovi ordinamenti didattici.
Saranno pertanto valutate esclusivamente le deliberazioni di conversione di cattedre per oggettiva carenza di allievi documentata dall'andamento nell'ultimo triennio delle iscrizioni.
Sarà inoltre consentita la determinazione di indisponibilità esclusivamente delle cattedre liberate dai titolari trasferiti altrove qualora sia già stata deliberata la conversione in altra disciplina.
Tali indicazioni valgono sia per le cattedre vacanti già presenti nell'organico e sia per quelle che si determineranno con le cessazioni dal servizio dal prossimo anno accademico, previste in 97 unità di personale docente e 21 di personale amministrativo e tecnico.
Le deliberazioni dei Consigli Accademici, corredate dai relativi verbali, dovranno essere indirizzate all'ufficio terzo di questa Direzione Generale e inviate entro il 20 giugno 2014, esclusivamente per e-mail all'indirizzo direzionegenerale.afam@miur.it.
Per il personale amministrativo e tecnico si richiama quanto già comunicato con la nota 3807 del 22 aprile 2013 concernente la definizione dell'organico per l'anno accademico 2013/14.
Si ringrazia per la consueta collaborazione e si resta in attesa delle decisioni di codeste Istituzioni.

Il Capo Dipartimento
Prof. Marco Mancini