Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » AFAM » AFAM: pubblicato il decreto di ripartizione del fondo di funzionamento

AFAM: pubblicato il decreto di ripartizione del fondo di funzionamento

La FLC denuncia il grave ritardo dell’erogazione delle risorse. Situazione insostenibile.

26/09/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Con il decreto ministeriale 588 dell’8 agosto 2018, registrato alla Corte dei Conti il 30 agosto 2018 e pubblicato solamente il 26 settembre 2018 sono stati definiti i criteri di ripartizione delle risorse destinate al funzionamento degli Istituti statali AFAM per l'anno 2018. Le risorse complessive sono pari a € 13.980.940 appostate nel capitolo 1673/5 dello stato di previsione del MIUR, di cui:

  • € 5.890.000 è ripartito tra i Conservatori di musica
  • € 2.050.000 è ripartito tra le Accademie di belle arti
  • € 1.305.000 è ripartito tra l’Accademia nazionale di danza e l’Accademia nazionale di arte drammatica
  • € 2.485.000 è ripartito tra gli Istituti superiori per le Industrie Artistiche (con l’esclusione dell’ISIA di Pescara destinatario di uno specifico finanziamento pari a € 226.222,00)
  • € 1.068.966 è ripartito tra le varie Istituzioni, per
    • € 620.000,00 per il sostegno alla produzione artistica, alle attività di ricerca, alle manifestazioni e iniziative di particolare rilevanza didattica a carattere nazionale e internazionale incluse le attività che coinvolgono il sistema dei conservatori italiani a sostegno delle Orchestre nazionali
    • € 448.966,00 la salvaguardia di situazioni di particolare criticità

Per ciascun segmento del sistema sono individuati i criteri di ripartizione nonché risorse finalizzate a finanziare specifiche istituzioni.

Il decreto prevede che ciascuna istituzione non può ricevere una cifra superiore al 10% o inferiore al - 5% rispetto al 2017.

Allegate al decreto vi sono le tabelle di ripartizione relative ai ConservatoriAccademie di belle artiAccademie NazionaliIsia.

La FLC CGIL nel manifestare soddisfazione per la pubblicazione del decreto, esprime protesta e preoccupazione per il forte ritardo con cui il MIUR in quest’anno accademico sta erogando le risorse per l’ordinario funzionamento delle istituzioni statali. È inammissibile che tali istituzioni operino in una situazione di grave incertezza a causa delle inadempienze dell’amministrazione centrale.

Chiediamo ora che venga con urgenza erogato il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa 2018 pari a circa €11,7 milioni di euro. I lavoratori e le istituzioni non possono attendere ulteriormente.