Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Università » AFAM » AFAM: svolta decisiva per i precari

AFAM: svolta decisiva per i precari

Indetta un'assemblea con i tutti i precari delle Graduatorie d'Istituto per il 27 novembre 2013, in attesa delle immissioni in ruolo delle graduatorie ex 143.

14/11/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

La legge 128 di conversione del DL 104/2013, ha affrontato e dato una svolta ad alcuni nodi fondamentali del comparto AFAM. Pur lasciando ancora aperte molte questioni importanti, che auspichiamo possano essere affrontare e risolte in tempi brevi, la legge palesa inequivocabili segnali di inversione di tendenza rispetto agli indirizzi politici degli anni scorsi. In primo luogo l’inizio dei provvedimenti per risolvere la più che decennale problematica del precariato storico delle Accademie delle belle arti e dei Conservatori italiani che ancora non hanno le regole istituzionali per il reclutamento ordinario. Le graduatorie ex L.143/2004 sono da ora in poi utili anche al conferimento di contratti a tempo indeterminato.

È questo un risultato storico che premia un lavoro di anni e che assicura prospettive di vita decisamente più serene a centinaia di docenti, con ciò garantendo la continuità didattica a migliaia di studenti. La legge tuttavia non risolve definitivamente la questione in quanto buona parte del precariato storico attende ancora di poter ottenere il riconoscimento del sacrosanto diritto alla stabilizzazione. Segnali confortanti sono comunque contenuti nel secondo comma dell'art. 19 che prevede la istituzione di una nuova graduatoria nazionale per il conferimento delle supplenze, che avvia un processo di riconoscimento delle professionalità dei docenti precari delle Graduatorie d’Istituto. Anche sul lato del personale tecnico si evidenziano passi in avanti, con la soluzione dell’annosa e ingiusta questione dei direttori di ragioneria (EP) e collaboratori amministrativi (Area terza, Allegato A CCNL vigente) che vedono finalmente applicati e riconosciuti in concreto i propri diritti acquisiti in quanto vincitori di concorso. Infine, il provvedimento individua tempi certi (centottanta giorni, che speriamo vivamente vengano rispettati) per l’approvazione dell’attesissimo DPR sul reclutamento, la cui approvazione porterà finalmente una certezza giuridica nello sviluppo futuro del sistema.

Intanto, in attesa del decreto ministeriale relativo all’art. 19, comma 2, i sindacati FLC CGIL, CISL Federazione Università, UIL Ricerca Università AFAM organizzano un incontro con tutti i precari delle graduatorie d’istituto, mercoledì 27 novembre alle ore 11.00, presso la Sala Merlo, via Leopoldo Serra 31, 00153 Roma. All’incontro saranno presenti le segreterie nazionali e i responsabili di settore e dei precari dei sindacati che esporranno le proposte di contenuto del DM su cui riflettere e lavorare insieme.