Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Università » AFAM » Precari » AFAM e docenti precari legge 128: le modalità di scelta delle sedi per gli incarichi a tempo indeterminato e determinato

AFAM e docenti precari legge 128: le modalità di scelta delle sedi per gli incarichi a tempo indeterminato e determinato

Previste 527 immissioni in ruolo e oltre 700 supplenze che non copriranno comunque tutti i posti vacanti presenti nelle istituzioni.

09/11/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

In una precedente notizia avevamo espresso soddisfazione per l’avvio delle procedure di stabilizzazione di parte dei docenti precari inseriti nelle graduatorie nazionali formate ai sensi della legge 128/2013 e indette con il Decreto Ministeriale 526 del 30 giugno 2014 trasformate a partire dall’anno accademico 2018/2019 in graduatorie nazionali ad esaurimento utili per l’attribuzione di incarichi a tempo indeterminato e determinato Questo risultato è anche il frutto delle mobilitazioni e del lavoro di proposta che ha visto tra i principali protagonisti la FLC CGIL.

Torniamo sull’argomento con un approfondimento sulle modalità di scelta delle sedi come definite dall’avviso 15332 del 7 novembre 2018.

Contratti a tempo indeterminato

Contingenti

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 24 ottobre 2018 sono state autorizzate 513 assunzioni, a cui vanno aggiunte ulteriori 40 derivanti da autorizzazioni degli anni precedenti non utilizzate, per un totale di 553 immissioni in ruolo.

26 contratti a tempo indeterminato sono stati sottoscritti da aspiranti inseriti nelle graduatorie GNE/GET (graduatorie nazionali ad esaurimento/Graduatorie per esami e titoli) e nelle graduatorie ex Legge 143. Pertanto restano da conferire 527 incarichi. Di questi 478 riguardano docenti di I fascia pari 41% dei posti liberi per tale fascia e 49 riguardano docenti di II fascia pari al 59% dei posti liberi. I posti da attribuire per ciascuna graduatoria nazionale ex legge 128 sono pertanto pari al 41% dei posti liberi del relativo settore artistico disciplinare se riferito a posti di I fascia e al 59% se riferito a posti di II fascia. La determinazione dei contingenti è stata effettuata applicando tali aliquote e arrotondando per difetto il valore decimale all’unità inferiore. Poiché con tale arrotondamento il numero delle assunzioni risultava inferiore a quelle autorizzate si è proceduto ad aumentare di una unità le assunzioni delle graduatorie in cui è più elevato il valore decimale. A parità di valore decimale è stata data precedenza nell’ordine

  • alla graduatoria in cui risulta maggiore la differenza tra posti vacanti e numero di assunzioni;
  • alla graduatoria con il minor numero di docenti di ruolo titolari di cattedra.

Il risultato finale di questa complessa procedura è rappresentato dall’Allegato A all’avviso 15332/18.

Tempistica

Gli aspiranti inseriti a pieno titolo nelle graduatorie nazionali possono effettuare la scelta delle sedi, ai fini del conferimento dell’incarico a tempo indeterminato, mediante procedura online utilizzando le credenziali di accesso alla piattaforma informatica già attribuite nella fase di presentazione delle domande di partecipazione alla procedura per l’inserimento in graduatoria.

L’accesso alla funzione di scelta sedi sarà disponibile dalle ore 10,00 del 9 novembre 2018 alle ore 14,00 del 13 novembre 2018.

Scheda informatica

Nella scheda informatica gli aspiranti riporteranno le proprie preferenze in stretto ordine di gradimento riferite alle sedi ove sono presenti cattedre da destinare a contratti a tempo indeterminato.

Mancata espressione delle preferenze

Nel caso l’aspirante non effettui la scelta delle sedi sarà assegnato d’ufficio ad una delle sedi residue sulla base della posizione occupata nella graduatoria.

Aspiranti non interessati all’incarico

Coloro che non sono interessati all’incarico sono pregati di inserire la preventiva rinuncia barrando l’apposita casella del modulo della scelta sedi. Tale rinuncia comporta la definitiva cancellazione dalla graduatoria

Precedenze

Coloro che intendano avvalersi della precedenza nell’attribuzione della sede ai sensi della Legge 104/92 devono inviare la documentazione attestante i requisiti per la fruizione di tale diritto. Nel caso di documentazione sanitaria essa deve essere prodotta in originale e copia conforme. Nel caso di richiesta di precedenza ai sensi dell’art.33, commi 5 e 7, per l’assistenza a parenti e/o affini fino al secondo grado, essa deve essere corredata da autocertficazione e/o dichiarazione che attesti l’esclusività e la continuità dell’assistenza e il rapporto di parentela con l’assistito nonché da un documento di riconoscimento nonché da un documento di riconoscimento.

La documentazione deve essere inviata entro la scadenza del termine previsto per la scelta delle sedi, ore 14,00 del 13 novembre 2018, al seguente indirizzo di posta elettronica: dgfis@postacert.istruzione.it indicando nell’oggetto “Legge 128/2013: Precedenza assunzione legge 104/92”.

Tutta la documentazione deve essere accompagnata dall’espressa autorizzazione al trattamento dei dati ai soli fini della procedura di assunzione di cui all’avviso 15332/18.

Individuazione aventi titolo

il conferimento dell’incarico agli aventi titolo sarà comunicato nell’area dedicata del proprio sito riservato.

Gli avvisi e le comunicazioni inviati nell'area riservata dell’interessato hanno, a tutti gli effetti, valore di notifica nei confronti dei docenti. Pertanto la mancata consultazione del sito equivale a rinuncia all’incarico con conseguente cancellazione dalla graduatoria dell’insegnamento per il quale la nomina è stata conferita.

Accettazione della nomina

Con una email gli aspiranti individuati saranno informati della pubblicazione sul sito www.miur.gov.it - sezione AFAM/Alta formazione dell’avviso contente le date entro le quali dovranno, presa visione dell’incarico conferito e della sede assegnata, procedere alla accettazione o rinuncia.

La mancata espressione di volontà nei termini indicati sarà considerata d’ufficio come rinuncia all’incarico a tempo indeterminato con conseguente cancellazione dalla graduatoria dell’insegnamento per il quale la nomina è stata conferita.

Assunzione in servizio

L’assunzione in servizio dovrà avvenire nelle sedi assegnate entro 48 ore dall’accettazione della nomina

L’avviso specifica che la mancata assunzione del servizio (entro 48 ore dall’accettazione della nomina), in assenza di oggettivo impedimento, determina la decadenza dall’incarico conferito con conseguente cancellazione dalla graduatoria dell’insegnamento per il quale la nomina è stata conferita.

Ottimizzazione della sede

Concluse la procedura di prima assegnazione della sede, acquisite le accettazioni e rinunce, si provvederà, d’ufficio, ad ottimizzare l’assegnazione stessa, sempre sulla base della posizione occupata nella graduatoria e secondo le preferenze espresse nella scelta delle sedi.

L’ottimizzazione è consentita solo nel caso in cui sia stata inserita l’accettazione dell’incarico.

Ulteriori sedi vacanti

Qualora risultino ulteriori sedi vacanti queste verranno attribuite a scorrimento della relativa graduatoria

Conservatorio di musica di Bolzano

Possono indicare tale Istituzione solo se di madre lingua italiana o di madre lingua tedesca e, in relazione alle seguenti discipline, occorre indicare altresì la scelta dell’insegnamento in lingua italiana e/o lingua tedesca:

Teoria dell’armonia e analisi
Musicologia sistematica
Storia della musica
Teoria ritmica e percezione musicale
Pratica e lettura pianistica
Poesia per musica e drammaturgia musicale
Letteratura italiana e tedesca
Teoria e tecnica dell’interpretazione scenica
Pratica organistica e canto gregoriano
Accompagnamento pianistico
Musica sacra
Pedagogia musicale per didattica della musica
Elementi di composizione per didattica della musica
Direzione di coro e repertorio corale per didattica della musica
Storia della musica per didattica della musica
Pratica lettura vocale e pianistica per didattica della musica
Bibliografia e biblioteconomia musicale.

Per tutte le altre discipline il docente dovrà sostenere un colloquio ai fini dell’accertamento della conoscenza della lingua italiana e tedesca ai sensi dell’art.2 comma 3 del D.Lgs.n.265/92 e successive modifiche. Entro trenta giorni dalla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, l’aspirante dovrà fare domanda al Direttore del Conservatorio per sostenere l’esame.

Contratti a tempo determinato

Terminata la fase delle assunzioni a tempo indeterminato con l’assegnazione di tutti i posti autorizzati, seguirà la fase delle assunzioni a tempo determinato sulle cattedre vacanti.

I tempi

Gli aspiranti inseriti a pieno titolo nelle graduatorie nazionali possono effettuare la scelta delle sedi oltre che ai fini del conferimento dell’incarico a tempo indeterminato, anche per i contratti a tempo determinato. La procedura online è la medesima a quella descritta in precedenza. Pertanto l’aspirante deve utilizzare le credenziali di accesso alla piattaforma informatica già attribuite nella fase di presentazione delle domande di partecipazione alla procedura per l’inserimento in graduatoria.

Anche in questo caso l’accesso alla funzione di scelta sedi sarà disponibile dalle ore 10,00 del 9 novembre 2018 alle ore 14,00 del 13 novembre 2018.

Scheda informatica

Nella scheda informatica gli aspiranti riporteranno le proprie preferenze in stretto ordine di gradimento.

Mancata espressione delle preferenze

Nel caso l’aspirante effettui la scelta delle sedi sarà assegnato d’ufficio ad una delle sedi residue sulla base della posizione occupata nella graduatoria.

Aspiranti non interessati all’incarico

Coloro che non sono interessati all’incarico sono pregati di inserire la preventiva rinuncia barrando l’apposita casella del modulo della scelta sedi.

Sedi disponibili

Tenuto conto chela rilevazione delle sedi disponibili, non è ancora completata e considerato che sono ancora in essere le procedure di individuazione degli aventi titolo inseriti nelle preesistenti graduatorie (GET, GNE, Legge 143/04), è opportuno che gli aspiranti indichino tra le preferenze anche gli Istituti Superiori di Studi Musicali ex IMP.

Precedenze

Le precedenze previste dalla Legge 104/92 si applicano anche nella fase del conferimento dei contratti a tempo determinato. La documentazione presentata per le assunzioni a tempo indeterminato è valida anche per la fase delle supplenze.

Individuazione aventi titolo

il conferimento dell’incarico agli aventi titolo sarà comunicato nell’area dedicata del proprio sito riservato.

Gli aspiranti dovranno prestare la massima attenzione per procedere, entro e non oltre le date indicate nell’avviso pubblicato sul sito www.miur.gov.it, sezione AFAM/Alta formazione,

  • a prendere visione dell’incarico conferito e della sede assegnata
  • a procedere alla relativa accettazione o rinuncia.

A tal fine sarà inviata una mail personale.

Gli avvisi e le comunicazioni inviati nell'area riservata dell’interessato hanno, a tutti gli effetti, valore di notifica nei confronti dei docenti

Pertanto la mancata consultazione del sito equivale a rinuncia all’incarico.

Rinuncia all’incarico

La rinuncia all’incarico conferito, anche successiva all’assegnazione, comporta, limitatamente all’anno accademico 2018/2019, l’impossibilità di ottenere un altro incarico a tempo determinato per lo stesso insegnamento.

Ottimizzazione della sede

Concluse le procedure di prima assegnazione della sede, acquisite le accettazioni e rinunce, si provvederà, d’ufficio, ad ottimizzare l’assegnazione stessa, sempre sulla base della posizione occupata nella graduatoria e secondo le preferenze espresse nella scelta delle sedi.

L’ottimizzazione è consentita solo nel caso in cui sia stata inserita l’accettazione dell’incarico.

Ulteriori sedi vacanti

Qualora risultino ulteriori sedi vacanti, e non vi siano più aspiranti nelle graduatorie, le disponibilità residue saranno utilizzate per il conferimento degli incarichi a tempo determinato agli aventi titolo inseriti nelle graduatorie in via di formazione ai sensi della legge 205/2017 indette con Decreto Ministeriale 597/18 e, in mancanza, agli aventi titolo inseriti nelle graduatorie di istituto ancora vigenti.

Assunzione in servizio

L’assunzione in servizio dovrà avvenire entro 48 ore dall’accettazione dell’incarico.

Per i motivi previsti dalle norme vigenti, che dovranno essere opportunamente documentati con apposita certificazione, l’istituzione, previa valutazione delle relative istanze presentate dagli interessati, potrà concedere la proroga dell’assunzione del servizio. L’istituzione è tenuta a inserire nella piattaforma informatica tale proroga indicando la data nella quale il docente prenderà servizio.