Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
Home » Università » Policlinici universitari: riunione commissione paritetica all’ARAN

Policlinici universitari: riunione commissione paritetica all’ARAN

L’ARAN si è impegnato a convocare un nuovo incontro entro tre settimane per proseguire i lavori.

13/02/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è tenuta il 12 febbraio 2020 presso l’ARAN la riunione della Commissione Paritetica sulle Aziende Ospedaliero-Universitarie, prevista dall’articolo 44 CCNL Istruzione e Ricerca 2016/2018.

All’inizio dei lavori l’ARAN ha ricordato che occorre partire dalla distinzione operata dal Decreto Legislativo 517/1999 tra Aziende Ospedaliere Universitarie integrate con il SSN (o Aziende “di tipo A”) e Aziende Ospedaliere Universitarie Integrate con l’Università (o Aziende “di tipo B”) e che con la tabella di cui all’art. 28 del CCNL Università del 27.01.2005, poi art. 64 del CCNL Università del 16 ottobre 2008, è stata prevista una equiparazione delle fasce AOU solo verso l’inquadramento operato dal CCNL sanità e non da quello dell’ università: si ritiene  opportuno andare a costruire una nuova tabella che preveda la corrispondenza dell’inquadramento nelle fasce AOU sia per il personale che  proviene dalla sanità che dall’università. Naturalmente facendo comunque salve le situazioni esistenti di miglior favore.

L’ARAN durante la riunione ci ha consegnato e illustrato un documento con una raccolta sia legislativa che contrattuale riguardante i Policlinici Universitari.

La nostra posizione

Abbiamo inizialmente fatto presente di ritenere auspicabile la definizione di una nuova tabella di equiparazione del personale che preveda un inquadramento da applicare a tutto il personale che opera all’interno delle Aziende Ospedaliere Universitarie integrate con il SSN (o Aziende “di tipo A”), e al personale universitario che opera nelle Aziende Ospedaliere Universitarie Integrate con l’Università (o Aziende “di tipo B”). Per superare l’attuale situazione di non uniforme applicazione delle norme contrattuali, abbiamo fatto presente di ritenere indispensabile che all’interno dell’accordo quadro sulla definizione dei comparti di contrattazione si alleghi anche l’elenco delle Aziende Ospedaliere Universitarie integrate con il SSN (o Aziende “di tipo A”): solo così si potrà riuscire effettivamente ad applicare a tutto il personale che vi opera il CCNL Istruzione e Ricerca, indipendentemente dal datore di lavoro, sia esso l’azienda stessa che l’università.

Nel dibattito anche le altre organizzazioni sindacali hanno ribadito l’esigenza di superare l’attuale situazione che vede la non uniforme applicazione delle norme contrattuali anche se, con alcuni sindacati , si è evidenziata una diversità di opinioni circa la necessità di fare ancora riferimento alla suddivisione delle AOU in aziende di tipo A e B.

La riunione si è conclusa con l’impegno dell’ARAN a convocare un nuovo incontro entro tre settimane per proseguire i lavori sulle AOU, aggiornando anche il documento prodotto e, su nostra richiesta, si è concordato di aggiungere all’ordine del giorno della prossima riunione un punto sulla figura del tecnologo e il prosieguo dei lavori sugli ex-lettori/CEL. A riguardo ci è stata data la buona notizia che finalmente il Ministero Università e Ricerca, proprio all’inizio dei lavori della riunione odierna, ha consegnato i dati, da tempo richiesti, sul trattamento economico integrativo applicato nei diversi atenei agli ex-lettori/CEL.