Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » Rendicontazione per i progetti Horizon 2020

Rendicontazione per i progetti Horizon 2020

La Ministra gioisce ma la Ricerca e l’Università affondano.

23/09/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

“Assegni di ricerca, collaborazioni coordinate e continuative, collaborazioni a progetto saranno presto considerati nuovamente costi ammissibili per le rendicontazioni dei progetti di Horizon 2020”. Questo è quanto afferma gioiosa in un comunicato stampa la Ministra Giannini.  

Riepiloghiamo brevemente la questione.

Il problema era sorto quando la Commissione Europea aveva stabilito nell’Annotated Model Grant Agreement (AMGA) che assegni di ricerca, co.co.co e co.co.pro non erano previsti come costi ammissibili e quindi accettati dall'Europa per le rendicontazioni dei progetti di H2020.

 Le obiezioni sollevate dall'Europa erano di tipo contrattuale e tecnico, ovvero riferibili all’articolo 22 della legge 240/2010 e riassumibili in due frasi:

  1. gli assegnisti di ricerca non hanno un monte ore lavorativo correlato alla retribuzione
  2. gli assegni di ricerca non sono contratti di lavoro subordinati, sono privi del vincolo di subordinazione difatti versano i contributi alla gestione separata INPS.

Se il Ministro dice che il problema è risolto allora vuol dire che anche le obiezioni della Commissione Europea sono risolte e quindi, per cominciare, va riconosciuta subito la natura subordinata dell’assegno di ricerca e riconosciuto il diritto alla DIS-COLL

Sa però la Ministra Giannini che sta arrivando a scadenza anche il periodo di proroga di 2 anni degli assegni di ricerca e che senza un piano straordinario per il reclutamento di ricercatori e di professori universitari avremo perso l’ennesima generazione di giovani studiosi?

Sa la Ministra che c’è poco da gioire perché l’assegno di ricerca continua ad essere un contratto indecente che non da ferie, malattia e altre tutele minime? Fa finta di non capire che dovrebbe essere trasformato in contratto subordinato?

Sa la Ministra Giannini che siamo alla secondo anno di pensionamento di 2000 docenti e ricercatori? Che quindi si stanno liberando notevoli risorse per il turn over?

Sa la Ministra Giannini che il finanziamento all’Università è calato in pochi anni di quasi un miliardo di euro e che il personale universitario si è ridotto di quasi il 20%?

Allora va bene che probabilmente assegni di ricerca, co.co.co e collaborazioni a progetto saranno presto considerati nuovamente costi ammissibili per le rendicontazioni dei progetti di Horizon 2020, ma la ricerca italiana e il sistema universitario sono al collasso e occorrono fatti e investimenti concreti che non possono certo essere quelli stanziati per Human Tecnopole, serve un immediato piano straordinario di assunzioni e il superamento del penalizzante meccanismo dei punti organico.