Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Università » Università: lunedì 10 febbraio conferenza stampa su precariato e "Piano straordinario ricercatori"

Università: lunedì 10 febbraio conferenza stampa su precariato e "Piano straordinario ricercatori"

Appuntamento alle 13, nella Sala Conferenze stampa della Camera Deputati in via della Missione 4 a Roma

07/02/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Si terrà lunedì 10 febbraio alle 13, nella Sala Conferenze stampa della Camera Deputati, in via della Missione 4 a Roma, una conferenza stampa indetta dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL, aperta alle rappresentanze politico-parlamentari, per esporre analisi e proposte della FLC sul sistema universitario e sul reclutamento.


La FLC CGIL da anni rivendica un piano di stabilizzazione per i precari della didattica e della ricerca negli atenei. Ad oggi buona parte dei lavoratori che sostiene questo fondamentale settore del Paese è precaria, con contratti molto spesso senza diritti e tutele.
 
Dopo l’ennesima promessa non mantenuta di invertire la tendenza rispetto al definanziamento in atto da 10 anni del sistema universitario, certificata dall’irrisorietà dell’incremento delle risorse dell’FFO in Legge di Bilancio 2020, il neo Ministro Manfredi annuncia all'interno del Milleproroghe un emendamento del Governo teso a reclutare 1600 ricercatori con una spesa di circa 100 milioni di euro all’anno, stornandoli dal finanziamento previsto circa un mese fa per l’Agenzia Nazionale per la Ricerca.

È di ieri inoltre la notizia che il Presidente del Consiglio ha annunciato durante il question time al Senato che tra gli obiettivi prioritari del Governo rientra la volontà di avviare un piano pluriennale di reclutamento di circa 2.000 ricercatori l'anno per cinque anni. Speriamo che questo non sia l’ennesimo annuncio senza riscontro a cui il mondo dell’alta formazione e della ricerca si è purtroppo abituato in questi anni. Rappresenterebbe effettivamente un segnale positivo frutto anche della nostra azione ma, è bene subito sottolineare, insufficiente anche a coprire il solo fabbisogno di reclutamento, senza peraltro incidere rispetto alla necessità di una svolta negli investimenti necessari per evitare il collasso economico di molti atenei e per migliorare la condizione degli studenti, interventi senza i quali appare segnata la strada che già oggi relega il nostro Paese agli ultimi posti per numero di giovani che acquisiscono la laurea.
 
La FLC CGIL ritiene quindi necessario un intervento complessivo sul sistema universitario che determini anche una revisione degli attuali meccanismi di attribuzione delle risorse economiche e di personale. Sul reclutamento fa presente che la sola differenza tra il personale di ruolo in servizio nel 2009 rispetto ad oggi è di ben 30.000 unità di personale.
 
Durante la conferenza stampa verranno forniti i dati aggiornati sul precariato nelle università italiane.